Napoli-Genoa 6-1: gli auguri di Natale a suon di gol.

di Antonio Parrella

 

13' e 25' Cavani, 18' Hamsik, 45' Pandev, 48' Gargano, 78' Zuniga. Un Napoli esplosivo, una festa di gol.
Un 2011 che si chiude bene, lasciando alle spalle i risultati altalenanti delle ultime gare in campionato.
La potenza di Gargano, la classe di Pandev, il ritorno del cecchino Cavani, il colombiano Zuniga più concreto del solito, Hamsik veloce e vivace, Inler che copre e accompagna l’azione. La squadra partenopeo c’è, anche senza il Pocho Lavezzi assente per  infortunato.
Solo qualche piccolo errore difensivo ma quando si vince 6 a 1 gli elogi sono per tutti.
Le marcature si aprono al minuto 12. Il Matador elude il fuorigioco avversario, stoppa in area il perfetto suggerimento di Maggio e trafigge il portiere rossoblu. 18’ Pandev serve Hamsik e  lo slovacco è bravo a beffare Frey con un diagonale dopo un rimpallo favorevole. 23’ Cavani batte l’estremo difensore genoano con un preciso pallonetto dopo una precisa verticalizzazione di Gargano.  Al 27’ Jorquera dal limite dell’area batte Morgan De Sanctis con un tiro di precisione. I rossoblù riaprono la gara ma non basta l’episodica occasione offensiva per fermare una squadra che ha voglia di punti. Il Napoli è nettamente più forte in ogni reparto del campo. 45’ Goran Pandev ruba palla a centrocampo, e centralmente in percussione arriva fino all’area di rigore e conclude con un diagonale imparabile. Bellissima rete del macedone finalmente in grande forma, quasi al 100%. 48’ El Mota, l’urugano uruguaiano, con un colpo da fuoriclasse mette a segno il 5-1. Finalmente arriva anche un suo gol. Al minuto 78 Zuniga con un tiro preciso e potente  trafigge Frey. Risultato tennistico allo stadio di Fuorigrotta. Malesani e i suoi uomini hanno molto da lavorare per smaltire questo pesante risultato a sfavore. Errori e leggerezze in ogni settore del campo. Dopo il 6-1 i partenopei calano il ritmo e la partita finisce senza minuti di recupero.

Il difensore Salvatore Aronica, ha rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni di Radio Marte. "Il presidente ci aveva chiesto una bella vittoria. Abbiamo fatto bene, era doveroso accontentarlo. Aver superato il girone di Champions è stato il risultato più entusiasmante. In campionato abbiamo avuto qualche battuta d'arresto, il dispendio di energie era superiore visti i tanti impegni". In tema calciomercato, invece, le parole di Bigon a Sky Sport: “Il mister aveva fretta di tornare a casa per le feste e sono venuto io a parlare con voi. Il nostro dottore è in viaggio per il Cile per concludere le pratiche per Vargas. Una volta superate le visite mediche non dovrebbero esserci più problemi e chiuderemo tutto. Non credo ci saranno altri arrivi perché abbiamo recuperato anche Donadel e Britos e abbiamo una rosa ampia e all'altezza delle nostre ambizioni".


Il campionato ritorna il 7 e l’8 gennaio.
Auguri a tutti di buone feste.

 

Napoli, 22 dicembre 2011

 

  

 

 

Condividi