Kone, Pioli e la magia svanita.

di Antonio Parrella

Coppa Italia: Napoli-Bologna 1-2 (12' Cavani, 38' Pasquato, 90' Kone).


Il Napoli esce a testa bassa dopo l'ennesima sconfitta al San Paolo firmata Stefano Pioli. L'allenatore del Bologna riesce ad imbrigliare ancora una volta la formazione di mister Mazzarri, nonostante le tante riserve in campo.
Dopo la strepitosa ed emozionante vittoria della Coppa Italia delle scorso anno, in questa nuova edizione della storica competizione nazionale, uscire al primo turno è deludente, un vero colpo basso che potrà influire sul già altalenante campionato. Pessima gara per la maggior parte dei calciatori: Britos, Fernandez e Donadel su tutti.

La situazione psicologica in casa Napoli è complicata, sarebbe difficile anche per il signor Freud sbloccare e fare rinsavire i partenopei, figuriamoci per la dirigenza azzurra che vede bocciati molti dei suoi acquisti, alcuni da mandare in prestito, altri da vendere, ma al più presto. Sono troppi i segnali negativi sommati dall’inizio dell’anno fino ad oggi.

Sabato alle 15 ultima gara del 2012, l'avversario é un “avvelenatissimo” Siena, sicuramente più motivato delle ultime apparizioni per il recente cambio del tecnico, Iachini farà il suo esordio proprio contro la compagine della città più bello del mondo. Gli azzurri dovranno ricompattarsi per compattare l'ambiente. Forse la magia non è del tutto svanita e come ogni Natale che si rispetti, i tifosi, grandi e piccini, aspettano i tre punti come piccolo ma significativo regalo. Ci riusciranno i nostri quasi ex eroi?

 

Condividi su Facebook