Napoli fantasma allo Juventus Stadium

di Antonio Parrella

 

Il Napoli a Torino gioca la peggiore gara dell’era Mazzarri. Poca lucidità in ogni settore del campo, soprattutto in attacco dove le palle giocabili sono praticamente zero. Che fine ha fatto il trio delle meraviglie? Parla il mister nel dopo gara e afferma: “Hanno perso smalto. Cavani ha percorso chilometri, ho equilibrato il centrocampo a gara in corso e ho messo Dzemaili che ha più  forza di Hamsik. Marek non era al massimo perché influenzato, purtroppo da una palla persa abbiamo subito il 2-0. Il calcio è fatto di questi episodi. Abbiamo creato poche occasioni, è capitata un’occasione proprio con Hamsik. La Juve è stata perfetta con i tre difensori che sono di altissimo livello”. 
Ottima la gara dei ragazzi di Antonio Conte che corrono per l’intera partita, minuti di recupero compresi.
I biaconeri vanno in rete al minuto 53 con Bonucci: Vucinic calcia verso la porta ma la deviazione del difensore beffa Morgan De Sanctis. Dopo meno di venti minuti arriva il raddoppio con Vidal. Il cileno entra in area, un paio di finte ubriacanti su Campagnaro e sinistro che non lascia scampo al portiere azzurro.
All’84'  Quagliarella firma il gol dell’ex e non esulta. L'attaccante inganna De Sanctis con un tiro potente sul primo palo su assist di Del Piero.

Salteranno l’importante scontro per un posto in Champions League sia Zuniga che Gargano. Il primo viene espulso al minuto 85 per una
gomitata ai danni di Chiellini. L’uruguagio invece era diffidato e al 61' arriva il fallo del Mota su Vidal, ammonizione davvero pesante.
Proprio Walter  Gargano è l’unico calciatore degli azzurri a meritare una sufficienza piena, una fonte inesauribile di energia che quando può cerca anche di costruire e di fare quello che non riesce allo svizzero Inler.

In questa trentesima giornata di campionato c’è anche una buona notizia, le sconfitte di Udinese e Lazio. Il terzo posto occupato dai biancocelesti è ancora ad un passo. Solo tre punti dividono il Napoli dalla zona Champions e sabato prossimo sarà proprio Lazio-Napoli.

 

Napoli, 02/04/2012

 

 

Condividi