La risalita azzurra… e il Matador fa cento.

di Antonio Parrella

 

Lecce-Napoli 2-0. Il Napoli torna in pista. Sei punti nelle ultime due gare, due vittorie per due a zero e speriamo che… non c’è due senza tre! Sabato una gara importante con la Roma, da vincere assolutamente.
La formazione partenopea scende in campo contro la squadra di Cosmi con tanta grinta e convinzione, disposta anche tatticamente in maniera equilibrata. Bisognava fare punti, per recuperare lo svantaggio sulla Lazio terza in classifica, questa era la cosa più importante. I ragazzi di Mazzarri centrano l’obiettivo. Tre punticini che sono veramente una “liberazione”.
In gol Hamsik con un bellissimo tiro a volo al minuto 4 del primo tempo. Raddoppio di Cavani su assist di Cannavaro al 5’ del secondo tempo. Il Matador fa cento, il numero dei suoi gol in Italia.
Bene anche Inler e Maggio, tutti comunque sono sopra la sufficienza. Gli azzurri sono nuovamente ad un passo dalla Champions. L’oro non diventa improvvisamente ferro arrugginito.
Il mister Walter Mazzarri
ha rilasciato alcune interessanti dichiarazioni a Sky Sport al termine dalla gara, ecco uno stralcio. "Ho sempre detto che non abbiamo un obiettivo preciso, se non quello di vincere tutte le partite. Poi se me lo chiedete, allora dico che vogliamo il secondo posto. Ma è una battuta naturalmente”. Oggi è tornato il vero Napoli"Finalmente abbiamo avuto compattezza ed equilibrio. Nelle ultime partite ho giocato con tanti attaccanti, oggi paradossalmente con l'assenza importante di Lavezzi siamo stati più compatti e abbiamo giocato in maniera più equilibrata.
Il Napoli ha dato di nuovo la sensazione di poter essere padrone del gioco. Certo ho visto anche oggi qualcosa che dovrò correggere, l'occasione di Muriel l'abbiamo concessa gratuitamente e abbiamo rischiato di riportarli in partita. Noi non possiamo permettercelo”.

Due curiosità.
1) Un nervoso De Sanctis si arrabbia con un racchettapalle. Poi recupera da vero campione regalando la maglia al malcapitato ragazzino.
2) L’ex Mascara segna un bellissimo gol, alla Lazio, su calcio di punizione. Una promessa fatta ai media e mantenuta. Grazie.

 

Napoli, 26/04/2012

 

  

 

 

Condividi