Fiorentina-Napoli e i 3 numeri fortunati.

di Antonio Parrella

 

3-7-17. Non è un terno da giocare sulla ruota di Firenze ma i numeri del giorno. 3 come i gol degli azzurri che danno la spinta per la risalita, 7 il numero del Matador Cavani e 17 come venerdì 17, il giorno della bella prestazione della squadra di Mazzarri, alla faccia delle “civette”! Non si vede un calcio spettacolare all’Artemio Franchi ma la concretezza sudamericana di Edinson, Ezequiel e company. Da sottolineare il buon esordio in campionato dell’estremo difensore Rosati, la rocciosa gara di Britos, un vero muro invalicabile e la prestazione di Marek Hamsik, sempre presente  in fase difensiva e in fase propositiva come nell’occasione dei due assist per il cannoniere dai capelli lunghi.  Il bomber uruguagio, nel dopogara, ai microfoni di Mediaset Premium esprime come sempre umiltà, ma le sue parole sono anche un bella carica per il futuro proprio come i suoi gol: "Grande partita dell’intero gruppo. Ci tenevamo tanto dopo un periodo un po' particolare. Ogni compagno è convinto dei propri mezzi, anche chi gioca meno quando entra in campo fa bene. Questa è una cosa molto bella. Terzo posto? Noi lottiamo sempre per i primi posti, è questo il nostro obiettivo. Ci proveremo perché il campionato è ancora lungo. Chelsea? Cercheremo di fare il massimo per ottenere una vittoria importante sia per noi che per il nostro pubblico"
Chelsea? Per l’andata degli ottavi di finale di Champions League, bisogna attendere martedì 21 febbraio, mancano poche ore e la febbre per l’attesa sale, fino alle stelle… proprio come quelle azzurre che dopo i campionati vincenti dell’era Maradona e gli anni bui della serie C tornano a brillare nel cielo partenopeo e dell’Europa intera. Forza azzurri, forza!

Napoli, 18/02/2012

 

  

 

 

Condividi