Babbo Natale ci porta la Supercoppa italiana.

di Antonio Parrella

Un Napoli  che gioca col cuore regala ai suoi tifosi un dono bellissimo, che mancava in città da più di due decenni, la Supercoppa. Lo sfidante è quello storico, la compagine juventina, che mette più volte in difficoltà gli azzurri. La squadra di Allegri va due volte in vantaggio, ma gli azzurri rimediano con grinta ed entusiasmo. Ottima gara per tutti gli uomini di Benitez, anche se da evidenziare ci sono i soliti errori difensivi che portano i bianconeri in vantaggio con Tevez (4’, e si ripete al 106’) nei primi istanti del match. Dopo queste gravi amnesie il gruppo partenopeo si ricompatta e grazie ad un grande Gonzalo Higuain in versione bomber ritrovato, ad un super Gargano e alla forza di Marek Hamsik (esce al 79’ per Mertens) riesce a pareggiare due volte. La gara finisce uno a uno nei tempi regolamentari (riequilibria momentaneamente il Pipita al 68’), due a due nei supplementari (sempre Tevez e Higuain i marcatori, 106’ e 118’) e poi si va ai rigori. Il protagonista della lotteria del gol è l’uomo più contestato degli ultimi tempi, il portiere brasiliano Rafael. A volte pregare serve davvero e il giovane verdeoro non perde mai la fede. È sua la parata decisiva che porta la prestigiosa Coppa nella città del Golfo più bello del mondo.

Grazie ragazzi, per Natale non c’è regalo più bello!

Buone feste a tutti!

 

Napoli, 23/12/2014

 

Condividi su Facebook