Roma-Napoli 3-2. 

Spiragli azzurri nonostante la sconfitta

di Antonio Parrella

 

Passo dopo passo, senza voler riesumare modi di dire imbalsamati dai fatti e dalla storia, torna un buon Napoli, almeno per quanto riguarda il secondo tempo dove gli azzurri fanno di tutto per recuperare il doppio svantaggio. Nel primo tempo vanno in rete per i giallorossi prima Gervinho e poi Strootman.

La forza di volontà e il coraggio non deve mancare, sembra questo il messaggio nello sguardo del presidente Aurelio De Laurentiis un po’ scuro in volto. I partenopei ci provano e riescono nella momentanea rimonta, prima con Higuain, complice De Sanctis che smanaccia in porta, e poi il solito fulmineo Mertens entrato al posto di uno spento, spentissimo, Hamsik. Buona la prova del neoacquisto Ghoulam che entra al posto di Reveillere che si infortuna nella prima frazione di gioco. Ottimo Mertens. Benitez può tornare a sorridere, ma intensamente soltanto per qualche minuto, perché ancora Gervinho porta i padroni di casa sul tre a due.
 La gara di ritorno, allo stadio San Paolo sarà una battaglia vera. La luce in fondo al tunnel sembra rispuntare. La speranza è l'ultima a morire e la finale di Coppa Italia è un grande sogno...io ci credo!

 

Napoli, 05/02/2014

  Condividi