Napoli-Genoa 1-1

La Roma si allontana, stagione fallimentare?

di Antonio Parrella


Il Napoli gioca un buon primo tempo ma gli azzurri realizzano solo un gol, con Gonzalo Higuain su un perfetto assist di Marek Hamsik. Tante buone azioni, tante conclusioni dalla distanza e solo per un soffio non arriva il raddoppio. Nella ripresa, col passare del tempo, il ritmo degli azzurri cala. Si combatte, si lotta in diverse zone del campo. Volano diversi cartellini gialli, è una partita vera. Alla prima occasione i rossoblu di Gasperini pareggiano con l'ex bomber partenopeo Emanuele Calaiò. Splendido il calcio di punizione che gonfia la rete e pietrifica Pepe Reina. Per Benitez questa sarò una settimana tosta perché bisogna a tutti i costi superare il turno in Europa League e raggiungere gli ottavi di finale. Inoltre, dopo la tegola dell’ infortunio di Rafael, anche Bigon e De Laurentiis sono al lavoro per cercare un portiere svincolato e di qualità. Missione quasi impossibile. È  necessario vincere e convincere per non iniziare a parlare di stagione fallimentare e non far saltare i nervi al presidente e ai tifosi.

 

Il tecnico degli azzurri, Rafa Benitez, ha rilasciato alcune dichiarazioni al termine della gara col Genoa: "Il primo tempo abbiamo fatto bene, nel secondo non l'abbiamo chiusa. Dovevamo gestire meglio il pallone e trovare altre opportunità. Abbiamo spesso sbagliato l'ultimo passaggio per fare il secondo gol. Hanno creato poco o nulla, quando siamo aperti siamo più in difficoltà come tutti. Non è una questione di difesa, ma di equilibri, oggi abbiamo fatto meno in attacco più che qualcosa in difesa"

Che ne pensa della gestione del risultato? "Possiamo farlo, ma l'avevo detto alla squadra che non era finita e andava fatto il secondo gol. La concentrazione serve fino alla fine, dovevamo continuare a giocare così."

 

Napoli, 25/02/2014

 

  Condividi