Il “pagellone” della Coppa Italia.
Napoli-Atalanta 3-1: Callejon goleador.

di Antonio Parrella

Rafael 6: o “senza voto”, una sola parata di pugni e come al solito tante preghiere.
Maggio 6: non è quello di Verona e nel complesso la gara del capitano vale la sufficienza.
Albiol 5,5: qualche errore di troppo per lo spagnolo, in coppia con Britos non offre le stesse garanzie delle ultime apparizioni, dove il suo compagno di reparto era Fernandez.
Britos 5,5: un quasi autogol e qualche affanno di troppo
Reveillere 6,5: il suo preciso assist per il gol del momentaneo uno a uno vale il costo del biglietto… di una finale di Champions League!
Inler 6,5: lancia bene Callejon sul terzo gol, ma ogni tanto perde la misura del passaggio.
Radosevic 6: non toglie e non mette, ma la grinta c’è e si intravede.
Callejon: 8,5: forse non è stata la sua migliore partita, ma sa come mettere la palla in rete. Oggi ne fa due che sommati agli altri… stiamo per perdere il conto. Bravo capello d’acciaio. Sei un talento. (dal 39's.t. Bariti s.v.)
Pandev 5,5: svolge il compitino, non è il suo momento. Lo rivedremo presto in forma. (Dal 14's.t. Hamsik 6,5: al ritorno dopo quasi due mesi non è facile essere padroni del campo e in campo. Offre, però, spunti e qualità. Bentornato Marekiaro)
Insigne 7: buona gara, meglio il secondo tempo, non si fa infinocchiare da Del Grosso che chiede il fuorigioco, così si diventa grandi. La sua punizione, che colpisce l’incrocio dei pali, ha ricordato il mitico tiro a giro di Diego Armando Maradona.
Zapata 5,5: qualche spunto interessante, è presente nell’azione del primo gol. In diverse momenti del match si nota che è ancora “acerbo”.  (Dal 26’ s.t. Higuain 6,5: basta la sua presenza per cambiare il peso della squadra e spostare il baricentro).


Benitez 7: riesce a dare sicurezza ai suoi e sa come fare il turnover.

PS: Qualcuno sa cosa chiedeva con aria minacciosa Cigarini in campo?

Napoli, 16/01/2014

  Condividi