Napoli –Lazio 4-2

La tripletta del Pipita e la perla di Mertens

di Antonio Parrella

Il Napoli vince con un bellissimo gol di Dries Mertens e una supertripletta di Gonzalo Higuain. La parte offensiva come sempre è superlativa, in difesa c’è, però,qualche errore di troppo. Regalare due reti agli avversari, rischiando di compromettere la gara in più occasioni è la nota negativa da cancellare, la vera fase da migliorare. Albiol dopo solo 45 minuti, non positivi, esce, lasciando il posto a Fernandez, che fa molto meglio. Una prestazione discreta anche sulle fasce per Ghoulam e Henrique. In netto miglioramento Behrami, lenti, come nelle ultime apparizioni, l’ex Hellas Verona Jorginho e Goran Pandev. Nel finale torna in campo dopo diversi mesi Giandomenico Mesto, troppo poco per un voto.

Grandi applausi per il bomber argentino che saluta il pubblico del San Paolo portando a spasso il meritato pallone dell’hattrick. Lo esibisce agli spettatori della città più bella del mondo, lo tiene stretto come un figlio. Dopo la prima marcatura su calcio di rigore, riesce a realizzare gli altri da vero attaccante, con grinta, tecnica, corsa.  Nelle ultime partite era apparso un po’ stanco, non ha sicuramente la forza straripante di Edinson Cavani, ma tanta tecnica, da vendere, e non al mercatino dell’usato.

La palma calcistica, nella domenica prepasquale, è l’immagine della sfera, che brilla sul verde campo napoletano. Anzi, una sfera e una perla. La rete del belga Mertens non la troverete in nessuna conchiglia, ma solo buttando lo sguardo verso la rete, incrociando lo sguardo del bravissimo numero 14 di Lovanio. 

Ora mettiamo in salvo questo terzo posto e puntiamo tutto sulla finale della Coppa Italia che apre le porte ad un’altra importantissima competizione, la Supercoppa italiana.  Non so a voi, ma a me piace.

Napoli, 13/04/2014

Condividi su Facebook