Napoli-Milan: 3-1. 

San Paolo in formato esorcista. Il diavolo scompare.

di Antonio Parrella

 

Il ciuccio manda il diavolo all'inferno. Higuain e Inler con le loro reti affondano la scialuppa di salvataggio rossonera guidata da mister Seedorf. Il primo tempo inizia non nel migliore dei modi perché nonostante l'insistente gioco offensivo dei padroni di casa, il primo gol dell' incontro è del Milan con Taarabt. Anche questa volta la difesa è imprecisa, nessuno va incontro al fantasista milanista che con un colpo da biliardo beffa Reina nell’angolino basso.

Chi ha fiuto e ama il mondo del pallone avrà, però, percepito che la serata era quella giusta, nonostante l'iniziale svantaggio. Gli azzurri corrono e creano tanto. Il momentaneo pareggio è

firmato Gokan Inler, complice una deviazione che fa alzare il pallone a campanile, diventando imprendibile per Abbiati. La seconda rete degli azzurri è di Higuain, che anticipa tutti in area di rigore su un fantastico e preciso assist di Inler, lo svizzero è autore di una buona gara e manda nel dimenticatoio le ultime scadenti apparizioni. Il terzo gol nasce da un passaggio filtrante di Marekiaro Hamsik per Callejon che becca al centro dell’ area ancora il Pipita Higuain. Il Napoli vince e convince, con una grande fase offensiva, questo è calcio champagne, con i soliti limiti difensivi da cancellare al più presto. Il Milan scompare pian piano, tra le lacrime di Balotelli.

Ora bisogna iniziare a concentrarsi per il ritorno di semifinale con la Roma. I tifosi aspettano la finale e una nuova Coppa Italia. I trofei non fanno mai male!

 

Napoli 09/02/2014

 

  Condividi