Grande Partenza della 96° edizione del Giro d'Italia nella magnifica Napoli.

di Antonio Parrella

Sabato 4 maggio 2013 la città di Napoli ospiterà la Grande Partenza della 96° edizione del Giro d'Italia.
Dopo anni di assenza dal capoluogo campano, ritorna il più grande evento ciclistico che la storia e la tradizione sportiva del nostro Paese conoscano.
Infatti, è dal lontano 1963 che la Grande Partenza non veniva ospitata nel capoluogo campano. L'ultima volta che la carovana rosa ha toccato la città è stato nel 1996; nell'edizione di quell'anno, la VIII tappa Polla - Napoli con un percorso di 135 chilometri, vide trionfare uno strepitoso Mario Cipollini.
Attraverso un percorso cittadino di circa 140 chilometri, i centonovantotto corridori delle squadre provenienti da tutto il mondo inonderanno la città ripetendo il circuito numerose volte per assegnare il Gran Premio della Montagna al quarto passaggio sulla collina di Posillipo fino ad arrivare alla volata finale prevista in via Francesco Caracciolo. Dal mare alla montagna, come una specie di incantesimo, tutto napoletano. Questa è la città più del mondo anche per il suo essere tutto. Ci manca solo la neve, ma ci stiamo attrezzando!
La corsa consisterà quindi in 4 giri lunghi con la salita lungo la collina di Posillipo e discesa prevista lungo via Petrarca e via Orazio ed otto giri corti programmati su di un circuito pianeggiante che vedrà gli atleti percorrere largo Sermoneta, Via Caracciolo, viale Dhorn, Via Partenope, via Nazario Sauro con arrivo previsto in Rotonda Diaz.
Il giorno dopo la carovana si sposterà ad Ischia per un cronometro a squadre mentre lunedì 6 maggio da Sorrento il gruppo partirà alla volta di Palinuro, per un percorso di poco più di duecento chilometri.
L'arrivo finale è previsto il 26 maggio, 21esima tappa, nella città di Brescia.
Dopo le World Series dell'America's Cup, quindi, Napoli ospiterà un altro evento internazionale.
Ai napoletani che criticano per le Ztl, per la passata Coppa Davis, per la il successo della vela e del turismo, consiglio vivamente di iniziare a rispettare la voglia di cambiamento di questa città. Altrimenti come si dice? La porta è sempre aperta. Porta Capuana, Porta Nolana, il Porto… infatti a Napoli si dice proprio così “Là sta a via do mar!”.

Napoli, 02/05/2013

Condividi su Facebook