Bologna-Napoli 2-2. La bestia nera travestita in rossoblu.

di Antonio Parrella

Quando la difesa del Napoli scricchiola per gli avversari è un gioco da ragazzi andare in gol.
Due punti persi e la Fiorentina si avvicina dopo la vittoria col Catania. Non bastano le reti di Higuain e Callejon. Ecco la sequenza delle marcature: 37' Bianchi, 62' Higuain, 80' Callejòn, 90' Bianchi.
Non bastano le prodezze di Dries Mertens, non basta il palleggio che a tratti è sembrato buono. Servono altri uomini e dopo Jorginho (che presto vedremo in campo) sono necessari altri rinforzi, soprattutto nel reparto arretrato.
Rinasce Rolando Bianchi, con una doppia importante per la sua squadra e soprattutto per dare un po’ di segnali positivi all’ambiente mortificato da una classifica che non fa presagire nulla di buono.
Serve il cervello e la furbizia, anche Rafa Benitez più volte dalla panchina lo chiedeva ai suoi uomini, alla sua compagine che purtroppo alterna momenti buoni ad altri di black-out.
La macchina infernale della serie A non perdona, speriamo che Bigon e De Laurentiis abbiano percepito l’input che questa volta è difficile da non sentire, perché pesa come un macigno.

Ieri, il tweet del presidente
Aurelio De Laurentiis ha così comunicato ai tifosi l'arrivo del centrocampista  ex Verona: "Benvenuto Jorginho! La tua freschezza sarà utile a Rafa e a tutta la rosa".

 Napoli, 19/01/2014

  Condividi