Storie sepolte: il mistero e la notte tra il Vesuvio ed Ercolano

 

di Antonietta Mirra

 

 

Il mistero e l’oscurità avvolgente delle calde notti d’estate saranno il connubio imperdibile del tour “Storie sepolte” che vede come protagonisti assoluti il Vesuvio e la città di Ercolano, in qualità di siti archeologici e turistici di importanza internazionale. Grazie al Campania ArteCard, nel mese di giugno, luglio, agosto e settembre si potranno visitare questi suggestivi luoghi eccezionalmente di notte, accompagnati da guide specializzate e naturalmente dalla fascinosa luna piena.

Questi due percorsi rientrano nel progetto organizzato dalla regione Campania “Un viaggio in Campania sulle orme del Grand Tour”, che prevede ben 9 itinerari che propongono i percorsi dei viaggiatori del settecento. Sarà quindi possibile visitare 120 siti toccati da più di 100 tour mirati ad esaltare ed impreziosire le bellezze artistiche e naturalistiche della Campania.

 

La visita notturna al Vesuvio è un vero e proprio evento mai accaduto prima che permette ai visitatori la possibilità di salire fino al cratere e di osservare la bellezza naturalistica di uno dei luoghi più suggestivi ed inquietanti del mondo mentre si è coccolati ed avvolti dal calore della notte, impreziosita da una vestale bianca, quale la luna. Per rendere ancora più indimenticabile quelle notti fatte di mistero e scoperta non mancheranno performance teatrali, nelle quali voci fuori campo racconteranno di leggende e storie antiche e moderne senza tempo. Con il buio il Vesuvio e la sua maestosa imponenza diventa tutt’uno con il cielo, regalando la dolce illusione di essere a pochi passi dal paradiso seppur con un piede nell’inferno.

 

Anche Ercolano potrà essere visitata negli stessi mesi, con visite guidate in cui sarà possibile conoscere la storia archeologica e turistica del luogo e soprattutto respirare quell’aria di immortalità che soffia tra le piccole strade e viuzze in cui il vento sembra raccontare anche di notte le sue instancabile nenie. Ci saranno dunque, anche qui, momenti teatrali pieni di racconti e proiezioni in 3d dell’eruzione del Vesuvio che se da un lato spaventeranno i visitatori più impressionabili, dall’altro contribuiranno a rendere ancora più reale l’atmosfera di queste visite, soprattutto perché ad accentuarne l’alone di segretezza e silenzio sarà proprio la notte.

 

Insomma entrambi i luoghi sono da visitare nelle nostre splendide notti d’estate per lasciarsi catturare dall’atmosfera sognante e suggestiva di queste magnifiche testimonianze della bellezza della nostra regione che non ha nulla da invidiare ma soprattutto per non dimenticare quanto ancora i nostri luoghi abbiano da raccontare. Di notte, nel silenzio e nel mistero, restiamo ad ascoltare quei sussurri e quelle parole che dal passato possono ancora sorprenderci ed affascinarci.

 

Per info visitare il sito: www.campaniartecard.it/storie-sepolte/

(Napoliontheroad, 23/06/2014)

 

Condividi su Facebook