Piazza del Plebiscito torna a sorridere grazie a Nutella

 

di Antonietta Mirra

 

 

Sarà Piazza del Plebiscito ad ospitare il mega evento che la Ferrero ha organizzato per festeggiare i cinquant’anni di Nutella. Unica tappa in tutta Italia è la città di Napoli che ospiterà questo straordinario avvenimento che propone una grande festa in onore di un prodotto che ha fatto storia e che è conosciuto in tutto il mondo. Ospiti nazionali ed internazionali saranno presenti il 18 maggio 2014 in una delle piazze più belle del mondo, complici, insieme alle bellezze architettoniche della splendida città partenopea, per arricchire di turismo e allegria una città che ha molto da offrire e che deve essere rivalutata in tutti i sensi.

Attesissimo è il concerto di Mika, uno dei più acclamati artisti musicali contemporanei, a cui si aggiungeranno una serie corposa di eventi imperdibili, tutti rigorosamente ad ingresso gratuito!

La Ferrero ha scelto la nostra meravigliosa città, accendendo le luci internazionali su di essa, per celebrare un prodotto di fama mondiale, organizzando un evento in suo onore che sembra avere tutte le carte in regola per diventare indimenticabile.

Fortunatamente dopo un’iniziale problema di collocazione, il Comune di Napoli e la Sovrintendenza ai beni paesaggistici ed architettonici hanno trovato un accordo affinché questa imperdibile manifestazione avesse finalmente luogo.

Purtroppo da diversi mesi, il soprintendente Giorgio Cozzolino aveva vietato qualsiasi forma di evento o concerto all’interno della piazza adducendo come motivazione principale la salvaguardia dei beni artistici ed architettonici della città. Proprio per questo né lo Showcolate né il concerto di Capodanno furono organizzati a dicembre, lasciando i cittadini ed i turisti completamente delusi ed   amareggiati. Ma adesso la musica è cambiata!

Infatti lo stesso sindaco De Magistris, fin dall’inizio contrario a questo atteggiamento, ha ammesso che finalmente, grazie all’accordo raggiunto, presso Piazza del Plebiscito, ricominceranno i concerti e gli eventi, rendendo di nuovo alla nostra città la considerazione e l’ammirazione che merita sia come punto di riferimento per l’arte sia per la cultura.

E non solo! Entro giugno sarà pubblicato un bando che affiderà i locali e il porticato della chiesa di San Francesco di Paola ai privati che potranno disporre di essi inserendo qualsiasi tipo di esercizio commerciale. Questa iniziativa risponde ad una precisa consapevolezza: rendere la piazza una vera e propria vetrina di tutte le eccellenze della città.

Questo vuol dire che sotto il porticato ci saranno una serie di negozi che faranno da calamita per incuriosire sia i cittadini che i turisti e se questo non dovesse bastare ad incrementare la vita e il movimento della zona, è previsto anche l’inserimento di tavolini e bar all’interno della piazza stessa, in modo che la gente possa sedersi e bere qualcosa, chiacchierare e divertirsi mentre osserva le nostre bellezze architettoniche.

L’intento è quello di rendere piazza del Plebiscito come piazza San Marco a Venezia, carica di mostre, eventi culturali, vita e aria di festa e soprattutto di partecipazione.

In altre parole si sono accorti tutti che la piazza è diventata troppo spoglia e vuota, priva di vita. E’  necessario rivitalizzarla e ridarle il colore e la musica che merita.

Lo stesso De Magistris ha dichiarato che a Napoli deve tornare il sorriso. Sue queste parole:  

“Realizzeremo, sempre di più concerti nelle piazze, teatro nelle strade, cultura nei vicoli. In questo modo dimostrando, anche, come con la cultura si possa vivere, mangiare e creare occupazione. Dimostreremo poi che gli spazi pubblici vissuti sono anche più sicuri. Se qualcuno si oppone con il sonno della ragione lo aiuteremo a liberarsi con la forza della musica. Noi non cediamo, non rallentiamo e non arretriamo. Andiamo avanti, tra mille problemi, con la potenza della creatività. Ai carri armati della fanatica burocrazia opporremo i cannoni della vita. Napoli è energia, creatività, libertà, emozioni. Anche caos”.  

E allora non ci resta che aspettare il 18 maggio per rivedere la nostra splendida piazza tornare a sorridere, piena di luci, musica ed energia!

 (Napoliontheroad, 29/04/2014)



Condividi su Facebook