Un (Lungo)mare di libri:

la fiera del libro sul Lungomare Caracciolo da domenica 19 Aprile.

 

di Antonietta Mirra

 

Da domenica 19 Aprile 2015 e per ogni successiva domenica nella durata di sei mesi, sul Lungomare Caracciolo, si terrà una particolare fiera del libro che coinvolgerà molti editori e librai di tutta la Campania.  

L’iniziativa organizzata e promossa dal Comune di Napoli, ha uno splendido titolo che raccoglie in sé molti aspetti fondamentali di questa meravigliosa idea.

Un (Lungo)mare di libri vedrà la realizzazione di 20 stand, tutti rigorosamente gratuiti, che il Comune metterà a disposizione per tutti i librai, gli editori e librai-editori che hanno la sede legale e l’ubicazione nella regione Campania. Essi avranno la possibilità di fare a rotazione, poiché il numero di stand è limitato e dovranno organizzarsi anche per offrire al pubblico degli avventori non solo esposizioni di libri ma anche eventi ed iniziative aderenti all’interessante patrimonio libresco.

 

Il Comune di Napoli ha dimostrato il proprio entusiasmo nel realizzare questo evento, dando vita ad una consistente campagna promozionale che però ha bisogno anche del sostegno dei partecipanti in qualità di espositori. Infatti agli editori e librai che prenderanno parte all’evento è richiesto di organizzare incontri con i lettori e reading dedicati ai propri autori cercando anche di accompagnare gli incontri domenicali con divertenti e accattivanti eventi musicali.

 

Un (Lungo)mare di libri è un’iniziativa gratuita che mira a coinvolgere i cittadini, stuzzicando l’interesse verso i libri e verso la cultura in generale. Con l’arrivo della primavera, le domeniche napoletane sono quasi sempre caratterizzate da un clima mite e da tanto sole e una passeggiata sul lungomare Caracciolo non se la nega nessuno. Ecco la scelta di organizzare la manifestazione proprio in questa zona, con la speranza di incontrare il favore di tutte le persone che si recano lì per passare qualche ora in pace ed in tranquillità e perché no, anche sfogliando un buon libro.

 

(Napoliontheroad, 03/04/2015)

 

Condividi su Facebook