Le Scale di Napoli: itinerari e visite guidate per scoprire i tesori e le bellezza nascoste durante Maggio dei Monumenti 2015.

 

di Antonietta Mirra

 

Nell’interessante e famosa rassegna dedicata ai monumenti, quest’anno si aggiunge un’importante iniziativa dedicata ad uno degli aspetti più caratteristici e antichi della città di Napoli: le scale.

Maggio dei monumenti 2015 dedicherà una serie di itinerari indirizzati alla visita e alla conoscenza di tutti quei luoghi napoletani legati alle scale e alle loro caratteristiche più distintive.

 

Come racconta Eduardo Bennato nella sua canzone “Città obliqua” Napoli è un luogo pieno di altri luoghi, di memorie che si espandono incastrandosi tra le vie e le mezze stradine che, dietro cunicoli bui e mura strette, ti conducono al centro di tutte quelle leggende indefinite ed indefinibili che si colmano con il tempo che passa, di nuova suggestione e fascino.

 

L’incanto delle scale sta nell’essere a volte, l’unica strada possibile per raggiungere certi luoghi, nascosti più o meno all’occhio meccanico dei trasporti. Posti adombrati dalla luce artificiale del qui e adesso, impossibili da raggiungere nell’immediato, se non dopo aver attraversato con le proprie gambe, e salito o sceso, tutte quelle scale che si protendono per uno spazio che sembra non avere forma né confini, fino al più alto punto a due passi dal cielo o profondo e inabissato sguardo verso il terreno.

 

Le scale di Napoli sono un mistero celato all’occhio che guarda nell’immediato, sono come un dono, un tesoro che vuole essere scoperto e che non appare esibito nel trambusto e nel quotidiano. Molte scale sono abbandonate, vittime dell’incuria, del menefreghismo, dell’inattitudine civile a curare e a proteggere ciò che fa parte del nostro patrimonio ed è per questo che con gli itinerari organizzati nel mese di Maggio si vuole dare ampio respiro alla conoscenza di queste bellezze fin troppo spesso dimenticate e messe da parte, permettendo a tutti di scoprirle e di viverle.

 

I percorsi pedonali della nostra città sono più di 200 di cui 135 sono scale e 69 gradonate. Un immenso patrimonio che vuole essere guardato e vissuto grazie agli spettacoli, alle visite guidate, alle passeggiate e ai pomeriggi passati accompagnati dalle narrazioni di storie reali e leggendarie che ci permetteranno di attraversare le Scale di Montesanto, quelle di San Marcellino, le Scale della Pedamentina, del Cerriglio o quelle del Petraio.

 

Ci sarà anche un imperdibile percorso di trekking urbano sulle Scale della Montagnola dove fu girato il primo episodio di Ieri, oggi e domani di Vittorio De Sica.

 

Da domenica 3 Maggio, saranno le canzoni, gli spettacoli nei quali si mescoleranno prosa, poesia e musica, il teatro e il cabaret, la fotografia e la storia, l’arte e l’intrattenimento a celebrare un percorso incastrato nell’antico e nel moderno come quello delle Scale di Napoli, che rappresentano uno dei posti più suggestivi della città, capaci di raccogliere nella propria presenza il mistero e la leggenda, la storia e la memoria di quei luoghi.

 

                                                                                                     (Napoliontheroad 27/04/2015)

Condividi su Facebook