Castel Sant’Elmo:

il progetto Le Jardin apre le porte ad un giardino fino ad ora tenuto segreto.

 

di Antonietta Mirra

 

 

Tra pochi giorni sarà possibile visitare uno dei luoghi più suggestivi e fino ad ora nascosti al grande pubblico di visitatori delle meraviglie architettoniche della nostra splendida città. Sto parlando del

giardino segreto che si trova sulla cima di Castel San’Elmo, la fortezza situata sulla collina del Vomero e dalla quale è possibile godere di un panorama da mozzare il fiato.

Grazie al concorso Un’Opera per il castello 2013, il progetto Le Jardin, sostenuto da una folta schiera di architetti, curatori, designers e artigiani franco-italiani, si è aggiudicato il primo posto ed è così che è avvenuta la realizzazione di questo splendido giardino situato nella parte più alta del castello.  

Già precedentemente sulla sommità del castello esisteva un giardino abbandonato dall’incuria e dal tempo, che è stato finalmente recuperato grazie al progetto collettivo che ha realizzato una scala di circa 5 metri, creata attraverso un varco nel tufo, che permette di ammirare questa splendida cornice naturale fino a poco fa assolutamente inaccessibile.

 Una rovina quindi, un vero e proprio giardino abbandonato che è stato possibile recuperare grazie alla volontà e all’ingegno di un gruppo di artisti italiani, francesi e scozzesi, che hanno ridato alla città e alla gente un luogo con un panorama unico.  

Uno spazio segreto e tenuto nascosto per secoli, nei quali la vegetazione era diventata padrona indiscussa della bellezza di un territorio troppo bello per essere privato della sua estetica e per non essere apprezzato. Così questo luogo rinnovato diventa carico di suggestione e di promesse passate, come se raccogliesse gli stessi echi e racconti serbati dal castello e allo stesso tempo aprisse le porte al futuro e all’immensità del paesaggio, maestoso e terribilmente bello della nostra eterna città.  

L’intento di coloro che hanno progettato Le Jardin è non solo permettere alla gente di vedere e sentire ciò che fino a poco prima era celato all’occhio umano ma anche di vivere un’esperienza molto particolare nella quale ci possa essere un vero e proprio scambio tra coloro che hanno realizzato il progetto e quelli che lo scopriranno, grazie a questa imperdibile apertura.

Un modo per scoprire un’altra parte del castello e per interiorizzare un’esperienza che fa della percezione il suo fiore all’occhiello.

Sarà impossibile rimanere indifferenti di fronte a tale bellezza naturale e alle emozioni che essa sarà in grado di suscitare.

Le visite al giardino sono gratuite e avverranno il 4  e l’11 ottobre dalle 12 alle 18.

Per ulteriori informazioni consultare il sito:  www.lejardin-napoli.com

 (Napoliontheroad, 29/09/2014)

 

Condividi su Facebook