Il testamento di pietra: visita teatralizzata alla Cappella Sansevero

di Antonietta Mirra  

Dal 18 Ottobre 2014 al 20 Giugno 2015 è possibile visitare la bellissima Cappella Sansevero grazie alle visite guidate organizzate dall’associazione Culturale NarteA, intitolate “Il testamento di pietra.”  

I visitatori saranno accompagnati in questa suggestiva visita all’interno della Cappella, da una guida e da un gruppo di attori professionisti che si occuperanno di teatralizzare l’incontro, impersonando le figure storiche che hanno contribuito alla realizzazione della cappella e ai tesori artistici che in essa si custodiscono. La rappresentazione avviene rigorosamente in costume e coloro che assisteranno alla scena, avranno davanti  nientemeno che il principe Sansevero, lo scultore Giuseppe Sanmartino e altri uomini e donne che hanno contribuito con il loro intervento e la loro fama a rendere questo luogo ancora più leggendario.  

Una visita quindi, che diventa un vero e proprio viaggio a ritroso del tempo, in cui si mescolano mistero e storia, passato e leggenda, a cavallo di un tempo apparentemente eterno. Conosceremo da vicino le vicende che hanno caratterizzato la vita e le imprese del principe Raimondo di Sangro, nella quale s’incrociano percorsi storici e alchemici, segreti e scienza.  

All’interno della Cappella, che sarà possibile visitare nella sua interezza, sono esposte le splendide statue del Queirolo, del Sanmartino e le Macchine Atomiche. Del resto come dimenticare che proprio lì è custodito il Cristo velato, l’indimenticabile opera realizzata da Giuseppe Sanmartino nel 1753 e considerata un capolavoro mondiale.  

Dalle stesse parole del Presidente della Cappella Sansevero, cogliamo il senso e la grandiosità di questo evento: 
Questo è un museo che sta crescendo, coinvolgendo negli ultimi anni sempre più visitatori, ma crediamo che proporre forme nuove ed originali di fruizione del monumento sia una formula vincente, un invito forte ad essere presenti perché il museo non deve essere inteso solo come un luogo che custodisce cultura, ma come luogo che quella cultura è anche in grado di produrla, ampliando l'offerta culturale che va oltre la normale visita del complesso monumentale, magari rivolgendosi anche a quei partenopei che ancora non hanno potuto visitare la Cappella Sansevero, in un evento impreziosito dalle recite che saranno anche proposte in inglese per i turisti stranieri.”
 

L’intento dunque di questo spettacolo non è solo di intrattenere il pubblico di visitatori ma di approfondire e rendere totale il loro coinvolgimento non solo dal punto di vista emotivo ma anche e soprattutto culturale.

Assistere vuol dire non solo sentire e partecipare ma soprattutto capire, comprendere il grande patrimonio artistico e storico che conserviamo nella nostra meravigliosa città

.Le visite guidate e la teatralizzazione della storia che si cela dietro quelle sculture e quei reperti artistici di inestimabile valore serve a creare l’atmosfera e a permettere alle persone di respirare l’aria magica che infondeva quegli stessi luoghi secoli prima. E dal successo che l’evento ha raggiunto in precedenza, non abbiamo dubbi che ciò sia avvenuto e avverrà ancora. 

 (Napoliontheroad, 03/11/2014)

 

Condividi su Facebook