Gran Ballo Ottocentesco: per una notte il Maschio Angioino diventa cornice dei balli del passato.

 

di Antonietta Mirra

 

 

Avete nostalgia delle atmosfere ottocentesche e degli struggenti e nostalgici balli dei secoli scorsi? Degli abiti indimenticabili, simboli di famiglie e casate importanti, che volteggiavano in quei grandi saloni antichi, creando giochi di colori memorabili, accompagnati da sinfonie leggendarie?  

Il 28 Settembre 2015, a Napoli, si terrà l’evento che fa per voi!

L’associazione culturale “Società di Danza Napoli” in collaborazione con il Comune di Napoli, ha organizzato il “Gran Ballo Ottocentesco alla Corte Angioina” nella splendida cornice del Maschio Angioino.  

L’evento è assolutamente gratuito e permette a chiunque voglia assaporare quel clima sfarzoso ed indimenticabile, di prendere parte a questa storica festa, che nasce come parte integrante di un progetto che vuole la diffusione della danza storica in tutta Italia.  

Già precedentemente sono stati organizzati eventi simili, in diverse locazioni, che hanno riscosso un notevole successo di partecipanti e soprattutto di apprezzamenti.

Nel 2011 e 2012, il Palazzo Reale di Napoli è stato il luogo prescelto per la rappresentazione del Gran Ballo Risorgimentale, mentre nel 2014 è stata la Galleria Umberto I ad essere scelta come spazio ideale per accogliere il Gran Ballo di Corte.  

Oltre a questi, sfondi accoglienti e perfetti per questi magnifici e coinvolgenti balli in costume sono già stati: la Reggia di Caserta, Villa Bruno, Villa Signorini e tanti altri palazzi con un fascino misterioso e leggendario.  

Il progetto è a cura di Società Danza che dal 1991 si occupa proprio di organizzare eventi relativi alla danza che abbracciano innumerevoli culture e tradizioni danzerine, facendo parte di una Federazione di circoli che ogni anno, in tutta Italia si occupano proprio di diffondere l’amore per questa arte e tradizione.  

Il Ballo Ottocentesco Angioino trascinerà i partecipanti, coinvolgendoli in una serie di danze che gli permetteranno di assaporare i passi e le musiche di tanti balli del passato come il valzer e le mazurke.  

Insomma un evento imperdibile per tutti gli amanti della storia e delle sue tradizioni. Un tuffo nel passato che merita di essere vissuto fino in fondo.

 

(Napoliontheroad, 07/09/2015)

 

Condividi su Facebook