MODULUSHCA

La fantalogistica è qui

di Annalisa Lupo

 

NEW CONCEPT PER LE OPERZIONI LOGISTICHE

MODULUSHCA è il nome dato ad un innovativo progetto riguardante le operazioni logistiche. Partendo dalla necessità, frutto della globalizzazione e dell’attuale apertura dei mercati, di far viaggiare enormi quantità di beni, il progetto propone di utilizzare un nuovo quadro di logistica basato fondamentalmente sull’interconnessione per la condivisione delle risorse aperte, in particolare mira ad ampliare gli standard attuali di qualità del servizio, a ridurre i costi per l’utente finale e contemporaneamente ad abbattere l’impatto ambientale del trasporto.

 

Se vi state chiedendo come ciò sia possibile eccovi una sommaria spiegazione di questo progetto ambizioso, quasi utopico, che se realizzato rivoluzionerà l’attuale concezione del trasporto merci. In questo quadro, potenzialmente tutti i prodotti viaggiano incapsulati in contenitori intelligenti, modulari ed eco-friendly; i quali (dotati di microchip) posseggono di per se già le informazioni base riguardanti la propria partenza, contenuto e destinazione. Ciò consentirà alla capsula di muoversi in autonomia, servendosi di diversi provider per il suo viaggio.

 

Volendo esemplificare, senza addentrarci nel complesso concetto del PHYSICAL INTERNET: immaginate di avere un pacco e di volerlo spedire, ora immaginate di avere a disposizione un gigantesco network che vi consenta, comodamente da casa, di acquistare la vostra spedizione, pagandola in base alle dimensioni dell’involucro e al tempo di percorrenza scelto. Una volta concordato ed avvenuto il ritiro da parte del corriere presso il vostro domicilio, il pacco intelligente inizierà il suo viaggio. Esso porterà con sé tutte le informazioni necessarie, e si avvierà a percorrere il tragitto più breve possibile, indipendentemente dal vettore. Insomma in maniera sinergica i diversi operatori postali opereranno, “passandosi” l’un l’altro il dispaccio fino a che esso non arrivi a destinazione.  


Avete colto l’innovazione?! Si tratta di ottimizzare i processi di trasporto, migliorando il fattore di carico e riducendo a minimo i viaggi a vuoto. Alla stregua di una persona che per muoversi dal punto A al punto B si servirà congiuntamente di treno, bus e metro, il nostro pacco salirà e scenderà da furgoni, tir, aerei e navi di società di spedizioni diverse, “presentandosi” di volta in volta al nuovo spedizioniere e indicando egli stesso la sua destinazione.

 

Il progetto, attualmente in fase embrionale, è basato sulla partnership delle più imponenti realtà aziendali: colossi quali P&G, Poste Italiane, Itene, PTV Group e molti alti stanno lavorando a rendere possibile quello che fino a poco tempo fa non era altro che fantascienza; con la cessazione del monopolio, la privatizzazione del servizio di spedizione, si sono aperti interessanti scenari che stanno rivoluzionando il panorama globale; nuove e potenti alleanze si dovranno siglare per fornire servizi sempre più efficienti, veloci, economici ed ecosostenibili.

Info: www.modulushca.eu

#NewConcept  #logistica #Modulushca #PhysicalInternet

 

26 FEB. ’14

  Condividi