L’estate che non c’è

Anomala estate 2014, tra bombe d’acqua e tempo libero.

di Annalisa Lupo

«Il clima sta cambiando dobbiamo, cominciare a scordarci i parametri tradizionali e abituarci a fare i conti con una maggiore instabilità», sentenzia Giancarlo Iannicelli, generale meteorologo dell’Aeronautica militare.

Che cosa fare, dunque, se l’estate stenta a decollare? Se la spiaggia è area off-limits, causa ennesima bomba d’acqua? Temporali e nuvoloni tengono ancora banco? Nessun problema, ecco pronto il vademecum per l’Estate 2014: apposito programma, pensato, per uscire indenni dalla monotonia delle giornate grigie. Inutile dilungarci sulle cause di questa instabilità metereologica, i più catastrofisti tendono a prospettarci un’imminente fine del mondo causata dall’innalzamento della temperatura ad opera dell’inquinamento antropologico.  Che i ghiacci dell’Artico siano in pericolo lo sappiamo tutti, ormai, ciò che non sappiamo (per rimanere un po’ più sul leggero) è cosa fare durante una giornata di pioggia.

5 consigli per svoltare una grigia giornata temporalesca.

1)      Le nostre citta sono dei tesori da scoprire. Cosa c’è di peggio che una domenica d’estate con la pioggia? Una domenica d’estate con la pioggia, chiusi in casa. Non tutti sanno che l’attuale ministro dei Beni Culturali Franceschini ha varato un omonimo decreto legge, entrato in vigore il 1 Luglio 2014, che prevede l’introduzione della domenica al museo: ogni prima domenica del mese, i luoghi della cultura potranno essere visitati gratuitamente; inoltre, tutti i venerdì i grandi musei, compreso il Colosseo, Pompei e la Galleria degli Uffizi, prolungheranno l’apertura di due ore e saranno visitabili fino alle 22.

2)      Siamo il paese de La Grande Bellezza. Troppo spesso dimentichiamo di essere patria di produzioni cinematografiche degne di nota. Con l’arrivo dei mei estivi, i cinema tendono a spopolarsi così fioccano le promozioni, in questo periodo, infatti, in ogni sala è prevista una vantaggiosa offerta d’ingresso. Ragion per cui è meglio non disertare il grande schermo, anche perché oltre ad essere economicamente vantaggioso, frequentare le sale d’estate, è spesso sinonimo di piacevoli incontri e interessanti spunti di riflessione: cineforum ed eventi a tema possono rappresentare una valida alternativa alla tintarella.

3)      Migliorare le relazioni interpersonali. Bruno Martino negli anni ’60 cantava “Odio l’estate”, l’estate che odiava lui era calda e sinonimo di baci perduti. Quella di quest’anno, più fresca, ci può regalare la possibilità di avere più tempo a disposizione per dedicarci a intensificare le nostre conoscenze. Organizzare un’uscita con un amico che non si vede da tempo o anche un semplice aperitivo con un conoscente è un’idea per impiegare il proprio intervallo relax, da tenere a mente.

4)      Sfruttare i saldi. Per tutto il mese di Luglio e buona parte di Agosto, ci saranno interessanti proposte d’acquisto nei vari negozi.  Prendersi qualche ora per visitare i mercatini e le piccole botteghe artigiane può rappresentare un’interessante opportunità d’investimento delle proprie finanze, oltre che un concreto contributo per far ripartire l’economia nazionale. 

5)      Prendersi cura di se stessi. Volersi bene, dedicarsi qualche piccola attenzione, concedersi qualche minuto di tranquillità, non è sempre possibile durante l’anno, quando la scuola, il lavoro e i vari impegni incalzano. Si può quindi coccolarsi adesso; se il meteo ci ha convinto a trascorre il week end a casa possiamo finalmente ascoltare quel cd che ci hanno regalato, leggere quel libro che non abbiamo avuto tempo di aprire, farci fare quel massaggio che tanto ci piace, o perché no,   prenotare quella visita medica che abbiamo rimandato.

 

#Estate #DomenciaMuseo #Campania #Napoli #Cineforum #Aperitivo #Artigianato #Salute #Benessere

23 Luglio 2014

Condividi su Facebook