Bella tra le Belle. Concorso Legambiente "La più bella sei tu"!

È Cala Bianca, Camerota, Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano -Salerno- la spiaggia più bella d’Italia.

di Annalisa Lupo  

Resoconto di fine Estate. Orgoglio Campano, la più bella spiaggia d’Italia è Cilentana, si tratta della meravigliosa Cala Bianca, capace con la sua bellezza inviolata di svettare sulla famosissima Agrigentina Spiaggia dei Conigli; Cala Bianca si è rivelata la favorita di migliaia di web nauti che hanno partecipato al concorso di Legambiente per eleggere la spiaggia più bella dell’estate 2013. In quest’ultimo scorcio d’estate settembrina il momento ideale per scoprirla e gustarsela: lontano ricordo l’assalto dei turisti, già dalle prime ore del mattino quando le imbarcazioni da diporto si accingono a traghettare schiere di visitatori, ora solo calma e relax.

 

Reginetta delle spiagge: prima tra 17 perle d'Italia, Cala Bianca è un vero e proprio paradiso terrestre, come già sappiamo, tutta Marina di Camerota è immersa nel Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, quindi protetta dall'Unesco quale patrimonio mondiale dell'umanità e riserva della biosfera. Mare incontaminato, rocce bianche, grotte e una spiaggetta di ciottoli stretta in un tenero abbraccio dalle calde colline cilentane ricche di storia, cultura e sapori. La macchia mediterranea sovrasta la spiaggia che si rivela in ogni momento della giornata un luogo da scoprire. Dalle prime ore dell’alba dove è possibile passeggiare nelle quiete del giorno che nasce, alle ancora calde ore meridiane, fino a giungere al tardo pomeriggio-sera, quando la spiaggia decide di concedersi, denudata, in tutta la sua bellezza a quei pochi amatori che si attardano per godersela. In questo momento dell’anno in cui i primi freddi hanno già messo in fuga i turisti, la meravigliosa Cala Bianca da il meglio di sé.

 

Si sente spesso dire che: “sono finiti gli eremi per mancanza di eremiti”. Se cerchiamo con cura ognuno di noi troverà la propria dimora solitaria in cui abbandonarsi per un’appagante esperienza di assoluta soddisfazione e benessere. Luoghi capaci di restituire beatitudine  all’animo di ogni inquieto eremita in cerca di eremo, sono a pochi chilometri da noi però, purtroppo, molto spesso sono i turisti a doverceli far scoprire.

Il ritorno commerciale e d’immagine derivato dall’elezione di Calla Bianca come la più bella spiaggia d’Italia deve farci riflettere oltre che inorgoglirci. E’ il momento di sdoganare lo stereotipo della Campania terra di Camorra e spazzatura, cancellare dalle prime pagine dei giornali le immagini delle discariche abusive gestite illecitamente dai malavitosi e sostituirle con quelle delle sabbie bianche di questi paradisi terrestri che fortunatamente non scarseggiano nel nostro territorio. È importante investire gli introiti turistici derivati per attrezzare le spiagge in modo sostenibile, migliorare le vie di comunicazione tra l’entroterra e il mare, ma soprattutto investire in formazione e sensibilizzazione della popolazione verso le tematiche ambientali. La Campania vanta circa 350km di coste (isole escluse) ed alcune delle spiagge più belle e suggestive d’Italia: dalla stupenda penisola Sorrentina passando per le costiere Amalfitane e Cilentane, fino al Golfo di Policastro; il paesaggio muta offrendo scenari mozzafiato e infinite possibilità di sviluppo turistico, a noi il compito di preservarli e farli fruttare.  

18/09/2013


Condividi su Facebook