CI.RO

Il City Roaming made in Napoli; il primo servizio di car sharing partenopeo.

 

di Annalisa Lupo

 

Dalla collaborazione con l’azienda Renault, enti locali, società energetiche e Governo nasce a Napoli il progetto di car, van e bike sharing: Ci.Ro. Sviluppato da Napoli Città Intelligente, con il patrocinio del Comune e i finanziamenti del Miur. Un progetto estremamente interessante, perché integrato tra pubblico e privato, in grado di coinvolgere una moltitudine di partner che spaziano dalla telefonia alle aziende operanti nel campo della mobilità elettrica.

 

Per chiarirci bene le idee il car sharing (termine inglese che significa letteralmente “auto condivisa”) è un servizio che permette di utilizzare un veicolo non proprio su prenotazione. Esso rappresenta l’evoluzione del tradizionale concetto di “noleggio auto” che è data dalla possibilità di prelevare il veicolo, fruirne per il tempo necessario e restituirlo in un parcheggio convenzionato (anche diverso da quello in cui lo si è prelevato); pagando in ragione del solo utilizzo che effettivamente si è fatto del mezzo. I vantaggi sono molteplici, anzitutto la riduzione del congestionamento del traffico, dato dal significativo ridimensionamento del numero di auto in sosta; inoltre, grazie all’utilizzo di vetture 100% elettriche, si ottengono strade più silenziose e minori quantità di emissioni nocive. Non finisce qui: il car sharing consente anche un notevole risparmio economico, specie per gli utilizzatori occasionali dell’automobile, i quali non saranno più costretti a pagare polizze assicurative e tasse di proprietà per mezzi che di fatti restavano inutilizzati per lunghi periodi. I vantaggi sono estesi anche a chi adopera l’auto giornaliermente, infatti, questi, sarà esentato dalle spese di acquisto veicolo, manutenzione e parcheggio, inoltre gli sarà consentito l’accesso nella aree ZTL della città ed avrà la possibilità di circolare anche in condizioni di limitazione del traffico. Analogamente al sistema di car sharing, dedicato alla mobilità delle persone, è previsto il van sharing, ideato per il trasporto merci, ed il bike sharing, per chi predilige gli spostamenti in bicicletta.

 

Si punta, dunque, ad una diffusione su larga scala del concetto di mobilità sostenibile per contribuire al miglioramento delle condizioni di vita in città; gli sforzi sono rivolti a disincentivare l’utilizzo dell’auto propria, proponendo una condivisione di veicoli elettrici a basso impatto ambientale ed essenzialmente economici per il fruitore. A Napoli, si sta tentando di mettere in piedi una piattaforma intermodale che contempli l’uso sincrono di più veicoli diversi tra loro.

Il progetto è reso ancora più ambizioso dalla volontà di offrire ai cittadini “non un comune car sharing”: la novità è rappresentata dal sistema di gestione evoluto delle variabili del traffico urbano basato su più servizi integrati. I servizi sperimentali, inglobano non soltanto la mobilità condivisa ed ecosostenibile nella fattispecie car, van e bike sharing, ma anche un sistema di espletamento di pratiche amministrative a chilometro zero che consentirà la graduale eliminazione di supporti cartacei e l’abbattimento dell’uso d’inchiostro.

 

L’e-Government diventa realtà: presso i Punti Ci.Ro. il cittadino potrà richiedere ed ottenere documenti quali: il permesso di sosta per residenti e diversamente abili, permesso di accesso in Zone a Traffico Limitato, il consenso al transito in corsia preferenziale; tutto senza dover accedere fisicamente agli uffici preposti.

 

Seguiremo l’evolversi del progetto, nella speranza di una sua prospera espansione. Avere una città più vivibile è possibile, ma ciò richiede lo sforzo condiviso di amministrazione e cittadinanza. Nuovi orizzonti si stanno aprendo per quanto concerne la mobilità e l’implemento dell’e-Government; al fine di rendere Napoli sempre più una metropoli europea a misura di cittadino.

 

 

More info: http://www.cityroaming.org/

 

#Napoli #CarSharing #VanSharing #BikeSharing #CityRoaming #Miur #eGovernment

 

19 MAR ’14

 

Condividi su Facebook