Ben "Benu"

 

di Annalisa Lupo

 

Ha il nome di un uccello mitologico consacrato al dio Ra, simbolo della nascita e della resurrezione dopo la morte, emblema dell'eternità della vita; si tratta di Benu il Tessuto eco-friendly interamente Green.
Prodotto dalla Svizzera Christian Fischbacher Benu è frutto di tre innovativissimi processi appena brevettati.
L’idea dell’ azienda prevede il riutilizzo del PET, il materiale con cui sono realizzate le bottiglie di plastica, ma anche il recupero di lane stoccate ed il riciclo di cotone e poliestere.
In Benu Wool le lane provenienti da fondi di magazzino dell'industria dell'abbigliamento vengono riciclate attraverso un processo che permette di filare nuovamente le fibre per renderle sufficientemente lunghe da poter essere rilavorate per produrre tessuto d'arredo.
In Benu PET le bottiglie di plastica sono trasformate in filati di poliestere riciclato di alta qualità, trattati con un finissaggio speciale, ecologico “NanoTex“ che rende la superficie idrorepellente e antimacchia, morbida al tatto e resistente; adatta alla produzione di tende, lenzuola e non solo... Per poter produrre un metro di tessuto sono necessarie 4 bottiglie di plastica di 2 litri.
I filati Benu YARN sono composti, invece, da un mix di cotone e poliestere riciclati. In tal modo i rifiuti tessili e anche il consumo di materie preziose, quali il cotone, l’acqua e l’energia, sono significativamente ridotti.
Anche il processo che porta alla realizzazione del tessuto Benu è eco-sostenibile, minimizzando il dispendio di risorse idriche ed il consumo di energia.
I vantaggi della produzione di filati riciclati sono molteplici: Risparmio di acqua, di prodotti chimici, di emissione di CO2, di energia elettrica; riciclo di materiali che diversamente sarebbero stati trattati come rifiuti.

 Napoliontheroad 20 marzo 2013

 

Condividi su Facebook