LORENZO SCOTTO DI LUZIO

Pane al Pane

Dal 22 ottobre – al 1 novembre 2015 nell’ambito di L’ALBERO DELLA CUCCAGNA. Nu4imen7 dell’arte


 

Nell’ambito di L’ALBERO DELLA CUCCAGNA. Nu4imen7 dell’arte

A cura di Achille Bonito Oliva

con il patrocinio di EXPO 2015

Proge=o XXI ed. 2015, in collaborazione con Fondazione Morra Greco,

la Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli  ha presentato l’opera Pane al Pane di Lorenzo Scotto Di

Luzio (Pozzuoli, 1972), realizzata nel contesto di PROGETTO XXI (ed. 2015),

in collaborazione con Fondazione Morra Greco, Napoli, e nell’ambito della

mostra L’ALBERO DELLA CUCCAGNA. Nu4imen7 dell’arte (a cura di Achille

Bonito Oliva con il patrocinio di EXPO 2015), progetto espositivo che si

articola in vari interventi su tutto il territorio nazionale presso musei pubblici

e fondazioni private.

Il n°3 di Largo Avellino, un tempo negozio di barbiere, è il luogo scelto da

Lorenzo Scotto di Luzio, che decide di inaugurare per la Fondazione Morra

Greco un nuovo spazio espositivo, posto a livello stradale ed esposto allo

sguardo dei passanti, con l’installazione site-specific dal titolo Pane al Pane,

che consiste nella realizzazione di un sistema idraulico ispirato al tema

dell’abbondanza. L’opera, una pioggia di vino rosso che cade dal soUtto

per depositarsi in un’ampia vasca di raccolta, approfondisce e sviluppa

il già ampio repertorio di lavori dell’artista caratterizzato da allegorie

cariche di ambiguità, in continuo conflitto tra austera eleganza e senso del

grottesco. Un appello morale al principio di realtà - come l’espressione

Pane al Pane suggerisce - che funge da contrappasso verso un falso

ideologico tutto da disinnescare.

Formatosi presso lo studio napoletano di Giuseppe Desiato, Lorenzo

Scotto di Luzio, subito dopo gli studi all’Istituto d’arte, volge la sua

attenzione a elementi dell’universo popolare e dell’ideologia, declinandoli

in chiave fantastica, tragicomica o straniante. Dal 1992 al 1994 promuove,

insieme a Giulia Piscitelli e Pasquale Cassandro, il progetto multimediale

“Studio Aperto”. Articolando fra loro media diversi, dal disegno al video,

dall’installazione alla fotografia, dalla scultura alla performance e all’opera

sonora, Scotto di Luzio partecipa a numerose mostre collettive quali,

fra le altre, Intenzione Manifesta (2014), Castello di Rivoli-Museo d’Arte

Contemporanea, Rivoli-Torino, ,e 6th Momen0m Biennial, Moss in Norvegia,

Fu0rama. Arte in Italia (2000) al Centro per l’Arte Contemporanea Luigi

Pecci di Prato, Castelli in aria. Arte a Napoli di fine millennio (2000) e Napoli anno

zero. Qui e ora (2002), Castel Sant’Elmo a Napoli, Le opere e i ?orni (2003) alla

Certosa di San Lorenzo a Padula.

Nel 2007 il museo Madre dedica all’artista,

a cura di Mario Codognato, una mostra personale.

L’installazione è visibile dall’esterno 24 ore su 24

Visite didattiche

I Servizi Educativi del museo Madre propongono un ricco programma

di visite dedicate all’opera Pane al Pane di Lorenzo Scotto Di Luzio

(Pozzuoli, 1972). Con la guida dell’assistente curatore del progetto,

Anna Cuomo, e di un operatore didattico del museo Madre, il pubblico

potrà dialogare con l’installazione.

Prenotazione obbligatoria, Ingresso gratuito

 

 

Condividi su Facebook