Napoli InMusica

di Elena Lopresti

Un altro sabato ricco di eventi e musica dal vivo a Napoli il 28 novembre 2015.

Due serate in particolare hanno attirato la nostra attenzione e si tratta di Maurizio Capone e Bungt Bangt in concerto al Lanificio e Pepp-oh che si esibirà durante live radio al Barrio Club.

Ciò che i Capone e Bungt Bangt riescono a fare con oggetti semplici è impressionante e sconvolgente oltre ad essere il loro marchio di riconoscimento dal 1991, quando Maurizio fonda uno dei primi gruppi musicali eco sostenibili al mondo.

Il problema dell’inquinamento potrebbe essere risolto solo con un cambiamento del sistema di produzione, ma spesso bisogna partire da un percorso personale ed individuale per elaborare idee innovative che rispettino il nostro ecosistema. E così Maurizio parte proprio dalla musica per “smuovere le coscienze” e diffondere il suo messaggio, iniziando ad inventare e suonare strumenti come lo Scatolophon, una scatola di polistirolo, la scopa elettrica o bassi e chitarre costruiti con pezzi di parquet.

I Capone&BungtBangt ci insegnano che si può fare musica anche partendo da zero. Che l’arte può essere sempre ricercata in ogni contesto, anche  in quelli che ci sembrano più miseri e degradati. E anzi proprio da questi contesti Maurizio ha mosso grandi passi, portando l’energia dei Bungt Bangt nelle scuole e poi fino ai palchi di tutto il mondo. Da Sanremo a Cuba, dall’Egitto al Giappone sono un esempio da seguire.

Ad accompagnare le loro sonorità hip hop, reggae e funkedelik saranno ospiti sul palco Dario Sansone, voce dei Foja, Daniele Sepe, Andrea Tartaglia dei Tartaglia ed Elio 100 gr dei Bisca, per una serata organizzata da ICONOCLAST EVENTS.

Continuano invece gli appuntamenti del Barrio Club, dopo una stagione primaverile ed una estiva che hanno visto alternarsi generi e musicisti napoletani ed ospiti nazionali, in un clima molto bello di partecipazione e condivisione.

Sabato 28 tocca al giovanissimo rapper Pepp-Oh, un vero mago del freestyle, una disciplina del hip hop che consiste nel reppare, inventando rime al momento. Nelle puntate estive del Barrio Club, abbiamo ascoltato fantastiche jam session dove  Peppe-Oh si è alternato con altri colleghi come Underif, Oyoshe, Dope One, Sofficino, Andrea Tartaglia, Dario Sansone e Roberto Collella, mixando sonorità folk con il rap.

Inizia a comporre rap fin dai 13 anni e poco dopo entra a far parte della Gas Family con cui viene prodotto uno dei suoi primi progetti “Pazziata-tà Ep. 6”, sei tracce firmate Shadaloo prod. Con Shadaloo prod.  Prosegue il suo lavoro fino a “Clap Clap Ep” un altro progetto di otto tracce.

Il 9 marzo del 2015 esce con la casa discografica Full Heads “Sono un cantante di rap” a cui hanno collaborato Oyoshe, J-Bone, Pseudo, Sick China, Posser, Shadaloo, Sonakine, Sodo Studio, Ramtzu, Armouann, BoomBuzz e Reddog. Giusseppe Sica in arte Pepp-oh affronta tematiche personali e sociali senza mai perdere il flow.

25/11/2015

 

 

Condividi su Facebook