"Naples Shipping Week"
conferenze e incontri per parlare di mare

 

di Elena Lopresti 

 

Martedì 17 giugno è stata presentata  la "Naples Shipping week",  nella sala Giunta di Palazzo San Giacomo con la presenza di Enrico Panini, Assessore al lavoro e alle Attività produttive, Mario Calabrese, Assessore alle infrastrutture ai lavori pubblici e alla mobilità, Nino Daniele,Assessore alla cultura e al turismo , Francesco Karrer,Commissario dell'Autorità portuale , Daniele Pitteri,Commissario del Forum delle Culture, Umberto Masucci, Presidente del Propeller Club Port of Naples  e Carlo Silva, presidente del ClickUtility Team. 

 La "Naples Shipping Week" è  una settimana di conferenze e incontri organizzati dal Propeller Club Port of Naples e dal Clickutility Team in collaborazione con Il Forum delle Culture.

 "Napoli sarà al centro del tema della discussione sul mare- afferma Enrico Panini- e parliamo del mare sul versante della sicurezza, dei trasporti, degli scambi, delle conoscenze, le relazioni tra i popoli. Con il tema specifico del Mediterraneo come centro di accoglienza, diventando questo un appuntamento eticamente segnato, rispetto alle cronache quotidiane che ci raccontano di imbarcazioni pericolose dove vengono affrontanti i viaggi della speranza. I luoghi bagnati dal Mediterraneo come posti dove le persone giungono e non scappano".

Un evento di rilevanza internazionale, che dopo il successo di Genova, è stato portato a Napoli, è facile scoprire il perchè....

Napoli senza mare non sarebbe la stessa città.

Napoli senza mare non potrebbe esistere, tutto ciò che è, tutta la sua identità, tutti i suoi rapporti con l'altro, sono derivanti dalla cultura del mare.

Il mare è parte del mito fondatore della città, dal mare nasce la sirena Parthenos, ricorda Nino Daniele, Assessore alla Cultura.

La cultura del mare, che si ripete nelle canzoni, nei miti, in cucina, nella scienza e nell'arte è propria del popolo napoletano, che trova nel mare una fonte di lavoro e di ricchezza.

Napoli è una città  che si sviluppa in parallelo all'importanza del porto, dal 420 a.C. fino al 1836 uno dei più importanti del Mediterraneo e di tutta Europa.

Ma il capoluogo campano è ancora all'avanguardia: con la presenza del 50% della flotta mercantile nazionale.

Oggi può vantare la presidenza della Confederazione Italiana di Armatori del napoletano Emanuele Grimaldi e dell'unica Università nazionale dedicata allo shipping, la Parthenope e la Fondazione Ipe.

 

Grandi personalità sono nate in questa città, e grazie alla risorsa principale hanno portato il nome di Napoli nel mondo.

Il mare è stato una ricchezza per tanti commercianti ed armatori.

Come rendere omaggio al mare?

La risposta è stata trovata guardando un evento di successo organizzato a Genova, città italiana che come Napoli deve il suo successo al rapporto con il mare.

Il Genoa Shipping Week 2013 ha portato nella città ospiti provenienti da tutto il mondo, dunque perchè non ripetere l'evento a Napoli?

Trovata la collaborazione con il Forum delle Culture, il Propeller Club di Napoli e il Clickutility team hanno proseguito  con coraggio per portare nella città partenopea ben 250 relatori coinvolti nei 42 eventi organizzati.

"Il cluster marittimo napoletano- parla Umberto Masucci, Presidente del Propeller,- è la prima industria della città e siamo molto lieti che Napoli possa ospitare per una settimana il gotha mondiale del settore. Con quest'evento, gemellato con la città di Genova per offrire ad anni alterni, una manifestazione interamente dedicata alla cultura e all'economia del mare, il Propeller intende sottolineare il proprio ruolo di ambasciatore dello shipping e dell'economia marittima sia in Italia sia a livello internazionale. Siamo sicuri che la manifestazione contribuirà a rinsaldare il rapporto tra il Porto e la città e restituire slancio ed entusiasmo nel nostro scalo in un momento cruciale per il settore".

L'esperimento di quest'anno sarà ripetuto ad anni alterni tra Napoli e Genova,

per l'occasione e come dono verso la città, saranno organizzate visite gratuite durante tutta la settimana alla stazione zoologica Dohrn.

Tra le iniziative più importanti ricordiamo: il workshop "le Risorse del mare: opportunità rischi e necessità di sapere" Stazione Dohrn ore 17 lunedì 23 giugno;

mercoledì 25 giugno dalle ore 9.00 alle 13.30 all'Università degli Studi Parthenope, Aula Magna, il convegno internazionale " Regulation and managment in Naples cruise port" e alle ore 15 il convegno " il dragaggio dei porti e la destinazione dei sedimenti";

giovedì 26 giugno alle ore 19.30 al Maschio Angioino il concerto del Coro Jubilate Deo.

 

Per avere informazioni sul programma completo: www.nsweek.com

18/06/2014

Condividi su Facebook