Milo Manara in mostra a Napoli con “Le stanze del desiderio” 

di Elena Lopresti

 

 

Milo Manara in mostra a Napoli con “Le stanze del desiderio” dall’11 aprile al 30 maggio al Palazzo delle Arti di Napoli con 120 tavole originali in apertura del Comicon, il salone internazionale del fumetto di cui è direttore artistico dal 2008, che si svolgerà dal 30 aprile al 3 maggio alla Mostra d’Oltremare.

Il disegnatore di Bolzano rende omaggio con questa mostra al suo rapporto con Napoli che non ha nascosto durante la sua carriera dedicando alla città numerose tavole che hanno come protagoniste sirene o una delle sue eroine principali, Miele. E la città risponde fin dall’apertura della Mostra, che in precedenza è stata ospitata a Salerno a Palazzo Fruscione, con un’affluenza da record di tantissimi napoletani, ma anche turisti stranieri che hanno apprezzato molto la presenza di un evento dedicato ad un’artista di fama mondiale come Manara.

Le sezioni dell’esposizione sono tre: fumetto, illustrazioni ed erotismo, in un viaggio alla scoperta della produzione del grande disegnatore, dalle sue collaborazioni con Fellini alle sue tavole dedicate ai dodici segni zodiacali, ma non vogliamo svelare tutte le meraviglie che avrete davanti ai vostri occhi…

Milo nato nel 1945 è uno dei grandi protagonisti della scena artistica del Novecento, un secolo di grande introspezione umana ed artistica, il suo impegno politico gli permette di realizzare fumetti in serie che rispecchiano gli ideali del tempo e le lotte politiche, conferendo ai disegni erotici una profondità che va oltre la sessualità. I temi toccati da Manara sono molteplici dal rapporto tra pittore e modella, all’eterna lotta tra eros e thanatos, il disegnatore influenzato da Freud era infatti persuaso della centralità della sessualità nella vita di una persona, ma con una maturazione successiva arriva a concepire il percorso storico dell’umanità come un’alternanza continua tra le due divintà, che illustra nel mondo degli esseri umani con Bolero. La mostra continua con le tavole della saga Hp e Giuseppe Bergman, le Candid Camera, il Gioco e la serie dedicata a Valentino Rossi.

Ogni donna, forse, vorrebbe essere disegnata come le eroine di Milo, sensuali nella loro essenza, nei loro gesti e nelle loro espressioni quotidiane, perché Manara è riuscito a cogliere nei suoi disegni lo sguardo più intimo dell’universo femminile. Il protagonista del fumetto italiano da quest’anno sarà inoltre il Presidente del Comicon, la nuova figurata tecnica di cui il salone si è dotato, regalando al pubblico un’altra eroina che sarà icona simbolo del Festival, ispirato da The Yellow Kid striscia giornalistica creata da Richard Felton Outcault. Il Comicon farà di Napoli la capitale della nona arte, il fumetto, per cui resta grande l’attesa per la conferenza stampa con Milo il 29 aprile 2015.

 

Condividi su Facebook