L’Arte bacia Napoli
Dal 28 marzo la quarta edizione del Festival del Bacio
Opera d’are interattiva nel centro storico

 

di Elena Lopresti

 

Dal 28 marzo 2015 l'amore è protagonista nelle strade di Napoli, con la quarta edizione del Festival del Bacio, un'opera d'arte interattiva  realizzata dalla Scuola di Nuove Tecnologie dell'Arte dell'Accademia di Belle Arti visibile nel centro storico su Via Tribunali, San Biagio dei Librai, Via San Sebastiano e Via Duomo.  

"E delle volte non è proprio un bacio, se chiudi gli occhi è un viaggio" citazione digitali di un utente twitter trovata nell'epoca del web, adatta a descrivere ciò che gli studenti dell'Accademia vogliono realizzare ponendo al centro del loro lavoro artistico il bacio come incontro e condivisione, come scambio di energie e come un'avventura che in un minuto è capace di comunicare più di mille parole. Un gesto universale che unisce e nello stesso tempo divide, perchè ogni bacio ha il suo significato, il suo momento unico, ed ogni popolo nella storia e nella cultura ha dato al bacio la propria interpretazione e gestualità.

 Un bacio d'amore, d'amicizia, un bacio per tradire, un bacio per curare o ferire, è con un bacio che può essere raccontata la storia dell'uomo e della donna, come simbolo di infinite sfumature ed emozioni, ed è per questo che con un bacio comincia un viaggio.  

Ma il simbolo più evidente del Festival è il #CuorediNapoli che "​è il segno unificante del festival​: un hashtag attivo sui social networks dallo scorso anno, collezionando migliaia di fotografie e video. Chiunque, condividendo contenuti con l’hashtag #cuoredinapoli, diviene parte del flusso, costruendo così la grande scultura capace di raccontare Napoli nella sua singolare molteplicità".  

E sono tantissimi gli utenti che fotografano il #Cuore  o i locali commerciali che lo espongono e inviandolo al Festival digitandone l'hashtag stanno creando una sorta di album ricordo di questa manifestazione. Entusiasta dell'iniziativa il nuovo direttore dell'Accademia, Giuseppe Gaeta, in carica dal 3 marzo 2015, la storica scuola istituita da Carlo di Borbone nel 1752. Gaeta ricorda quanto sia importante collegare il mondo dell'università con quello del lavoro e in un'intervista rilasciata per "Optimamagazine" dichiara: “Un esempio è il progetto che stiamo portando avanti con il Comune di Napoli, che parte dalla Notte degli innamorati e arriva al Festival del bacio, realizzato in una relazione virtuosa tra due istituzioni pubbliche che collaborano alla realizzazione di un evento che riguarda tutta la città”.  

Il Festival del Bacio è promosso dal Comune di Napoli e dall'Assessorato alla cultura e al Turismo, collabora con la II Municipalità, Love Press, VideoMetrò e Freak Out Magazine. 

Condividi su Facebook