La Moda giovane è Made in Naples

Intervista a Andrea Agrippa

di Elena Lopresti

 

Andrea Agrippa nato nel 1988 a Napoli, è un giovane stilista napoletano, nel 2011 crea il suo marchio “Endrews” ,dopo aver studiato all’Accademia della Moda di Napoli, l’abbiamo intervistato per Napoli On The Road per raccontare la storia di un ragazzo che con stile e fantasia è riuscito a realizzare uno dei suoi sogni.

Andrea da quando hai iniziato a credere di poter realizzare “Endrews”?

Ho quest’idea in mente da quando avevo 13 anni, fin dalle scuole superiori ho sempre voluto realizzare qualcosa di mio, per cui già disegnavo e personalizzavo vestiti. Finito il liceo, ho attraversato un breve periodo di indecisione, non riuscivo a decidere se iscrivermi alla facoltà di Scienze Motorie o all’Accademia, ma infine ho scelto proprio quest’ultima. Ho frequentato per tre anni l’Accademia come modellista, appena ho terminato gli studi, ho registrato il mio marchio, nel 2011.

Hai trovato difficoltà nell’intraprendere questo percorso?

Si, ancora oggi non sono arrivato dove vorrei, ci vuole sacrificio, e soprattutto all’inizio quando si guadagna ben poco e si tratta solo di investire, ma se non fai passi più lunghi della gamba puoi arrivare ad avere qualche risultato. I destinatari dei miei prodotti vanno dai 16 ai 40 anni, anche se la mia idea iniziale non era quella di creare magliette ma mi sarebbe piaciuto creare abiti sartoriali, solo che dovendo vendere i prodotti su internet, la t-shirt era il modello più idoneo, perché vendere online su misura è molto complicato.

Hai studiato all’Accademia della Moda, ritieni che questo sia un settore in sviluppo in Campania?

Guarda, conosco ragazzi che come me hanno cominciato da zero ed oggi moltissimi tra loro hanno realizzato marchi importanti, tanti marchi famosi sono napoletani, senza parlare della sartoria. Purtroppo al sud è sempre più difficile emergere, però una volta che sei emerso riesci ad arrivare al Nord è molto più facile, nel senso che hai una marcia in più. Per fortuna la moda è uno di quei settori che sta subendo la crisi, ma relativamente, il problema spesso è con i creditori, perché ad esempio, quando si stampano magliette si pretendono ordinazioni di 800 alla volta, ma per un giovane agli inizi è davvero molto difficile confermare un quantitativo così alto! Si è alla ricerca di un guadagno sicuro, senza capire che aiutando a crescere un ragazzo si può crescere insieme… Per fortuna ho trovato poi, ma non a Napoli e non in Campania, ma in Puglia, una persona che mi è venuta incontro. In generale dovrebbero essere date più opportunità ai giovani.

Quali sono i consigli che dai alle ragazze e ai ragazzi che vogliono diventare imprenditori di se stessi?

Essere se stessi e disegnare ciò che loro sentono, non seguire troppo ciò che fanno gli altri.

Questa è la tua idea di moda?

Si, io sono Andrea e non devo essere nessun altro. Non devo essere uno dei tanti, ma io. Qualsiasi cosa che abbia disegnato è sempre stata frutto della mia mente e mai vista da qualche altra parte, infatti, molte cose non sono capite di quello che ho fatto, ma è un rischio che bisogna correre se si vuole crescere davvero, perché altrimenti rischi di essere uno dei tanti e rientrare nell’anonimato. E questo è il mio unico consiglio, per chiunque voglia fare qualcosa di suo. Poi, come ti dicevo prima, ci vuole un piccolo investimento all’inizio, ma neanche grandissimo, io l’ho fatto senza l’aiuto di investitori esterni, ma da solo e devi farti delle privazioni, continuando ad investire appena si guadagna qualcosa, dipende anche da cosa vuoi realizzare se un prodotto medio o meno. Io produco solo in Italia, quindi i prezzi di produzione sono più altri.

Dove sono i tuoi punti vendita?

Per il momento solo online, ma faccio delle esposizioni all’Alter Ego in Via Costantinopoli e al Complesso Arcadia di Quarto. Internet è fondamentale per me. Potete  trovare i miei prodotti sulle pagine instagram e facebook Endrews Italia.

 

(napoliontheroad – 14 maggio 2015)

 

Condividi su Facebook