I BALLI DELL' OTTOCENTO

IL GRAN BALLO ALLA REGGIA DEI BORBONI

di GARI LOPRESTI

 

Un tuffo nel passato per il Gran Ballo Borbonico che si è tenuto alla Reggia di Caserta, sabato 7 novembre 2015, nell’ambito delle iniziative per “Una notte al Museo”, le visite serali che si svolgono agli Appartamenti Storici della Reggia di Caserta il sabato dalle 20 alle 24.

Nelle meravigliose sale della Reggia i danzatori dell’associazione culturale Società di Danza hanno presentato l'emozionante spettacolo della rievocazione di un Gran Ballo in costumi d’epoca, con musiche e coreografie originali dell’epoca

L’iniziativa rientra nel progetto di valorizzazione del Ministero dei Beni Culturali per la Reggia di Caserta ed è stata gratuita, si paga solo l'ingresso al museo. Sono previsti altri vari eventi e concerti, che “accompagnano” l’apertura serale del Museo, fino al 19 dicembre 2015.

L'esibizione è stata a cura della   Società di Danza di Napoli, Scuola di Danza Ottocentesca, http://www.societadidanza.it/homenapoli.it.html, che tiene lezione a Napoli ogni mercoledì presso l'Istituto San Giuseppe al Viale Colli Aminei 94.

 

Abbiamo intervistato il direttore della sede di Napoli M° Lucio Martino.

Lucio come è nata l'idea dei balli del 800?

- La "Società di Danza" è un'Associazione Culturale, fondata da Fabio Mollica al Dams nel 1991, con lo scopo di studiare e diffondere una nuova cultura di danza, basata sulla Danza di Società dell’ottocento.

La Società di Danza  è una Federazione di circoli, presente in più di trenta città italiane.

L’Associazione studia il repertorio dei migliori maestri di Ballo dell’Ottocento, rimettendo in vita quadriglie, contraddanze, valzer, polke e mazurke figurate. Nasce così un sistema di danza che trae linfa dal passato, ma vive nel presente. Si sviluppa quindi una cultura moderna, una forma d’arte sociale, che unisce valori artistici ed associativi, con la continua interazione nella danza del singolo, della coppia e dell’intero gruppo.

La Società di Danza organizza stage, corsi di danza 800, feste e Grandi Balli in palazzi storici e collabora con associazioni musicali e corali, enti e istituzioni culturali.

E' presente a Napoli dal 2008 dove ha organizzato eventi a Palazzo Reale Sala Diplomatica, Maschio Angioino, Galleria Principe Umberto, Reggia di Caserta, Palazzo della Borsa salone monumentale, San Lorenzo Maggiore, San Severo al Pendino, palazzo Salerno circolo Ufficiali, Circolo Artistico, Caffè Gambrinus per i 150 anni, Gran ballo delle Debuttanti Nunziatella e Accademia Aeronautica.

Ha la finalità di riproporre le danze di Società dell'ottocento facendo rivivere in contesti attuali i più bei siti storici.

L’associazione si avvale della prestigiosa partecipazione del soprano lirico la dott.ssa LEONTINA ALVANO, che con la sua melodiosa voce arricchisce i Gran Balli con arie d’opera, romanze e canzoni napoletane antiche.

 

Quali Prospettive per il futuro?

- Coinvolgere sempre di più le  istituzioni e le sovrintendenze della nostra città e sempre più persone nell'eleganza e la grazia dell'Ottocento.

 

Mi è sembrato che un punto di debolezza dell'esibizione di sabato sia stato il fatto che i ballerini sono dilettanti, ma forse in realtà è un punto di forza perché tutti possono partecipare iscrivendosi alla scuola.

- Le nostre sono rievocazioni di un gran ballo, e all’epoca non partecipavano ballerini professionisti, bensì normali persone della nobiltà o dell’alta borghesia. I ballerini professionisti, anche all’epoca, si potevano osservare in teatro.

Questo è il nostro scopo: riprodurre quello che era in realtà.

Alla nostra Associazione, alle lezioni e poi, volendo, alle esibizioni possono iscriversi e partecipare  tutti, più o meno bravi, perché non vi è competizione.

 

Molto belli i costumi dove li avete presi?

- I costumi sono tutti di nostra proprietà e sono riproduzioni fedeli degli originali.

L’Associazione ha una produzione libraria, oltre che sulle danze e sulla storia delle danze, anche per quello che riguarda gli abiti e le acconciature.

 

Napoliontheroad 14/11/2015

 

Condividi su Facebook