A San Severo al Pendino la trentesima edizione della Mostra di Arte Presepiale

 

 

 

di Gaetano Lopresti

 

Nel Complesso Monumentale di San Severo al Pendino prende il via la trentesima edizione della Mostra di 
Arte Presepiale dal 28 novembre all’8 gennaio, aperta tutti i giorni dalle ore 09.00 alle ore 19.00. 

In Campania quest’anno saranno più di 40 le mostre dedicate al Presepe nel periodo natalizio, molte delle 
quali organizzate dall’Associazione Italiana Amici del Presepe che ha contribuito, con la sezione napoletana, 
a realizzare la mostra che si tiene da ormai trent’anni in Via Duomo 286. 

L’Associazione nasce a Roma nel 1953 e dal 1954 ha sede anche nella città del Presepe, Napoli. 
Gli scopi dell’Associazione sono: 

 

-mantenere viva la tradizione del Presepio; 

 

-promuovere e diffondere il Presepio, elevandone l’aspetto qualitativo; 

-studiarne ed evidenziarne gli aspetti: storico, religioso, artistico, tecnico, culturale ed etnografico; 

-promuovere la conservazione e la salvaguardia dei Presepi storici e moderni; 

-favorire la conoscenza e l’amicizia tra gli appassionati e la promozione dell’attività degli artigiani del 

Presepe; 

-intrattenere rapporti con analoghe Associazioni estere e con Enti culturali. 

Per concretizzare questi obiettivi l’Associazione promuove ed organizza mostre internazionali e corsi di 

tecnica presepiale per adulti e bambini. 

La sezione di Napoli riprende le attività della sede centrale e organizza: 

-con il patrocinio dell’Assessorato all’Istruzione e Scuola del Comune di Napoli bandisce da oltre vent’anni il 

concorso “il mio presepe” dedicato agli alunni di scuola elementare e media; 

- con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Napoli, organizza laboratori di arte 

presepiale; 

- partecipa, in maniera fattiva, alle iniziative della Consulta Aggregazioni Laicali della Diocesi di Napoli. 

La trentesima mostra è un’occasione unica per ammirare pezzi unici provenienti dall’artigianato tipico 

campano. 

 

16/12/2015

 

Condividi su Facebook