Campi Flegrei, saperi e sapori

di Fiorella Franchini

I Malazzè, nel dialetto puteolano erano i depositi di attrezzi per la pesca o le stesse abitazioni dei pescatori che si affacciavano direttamente sulla Darsena con aperture che permettevano l’ingresso delle barche.  E Malazè,l’evento archeoenogastronomico dei Campi Flegrei, è un vero e proprio deposito di saperi, gusti, atmosfere. Nato da un'idea di Rosario Mattera per promuovere le bellezze di una delle zone più suggestive della Campania, mette in mostra il meglio dei prodotti tipici di un territorio poco conosciuto ma dal grande patrimonio artistico, archeologico e ambientale. Vi partecipano ristoratori, albergatori, produttori di vini, aziende agricole, associazioni che propongono visite guidate e banchetti, immersioni, gite in barca, giochi per bambini, in location eccezionali, dal lago d’Averno alla Piscina Mirabilis, da Miseno alle terme di Agnano, alla Foresta Regionale di Cuma, a prezzi assolutamente accessibili, grazie anche alla Malacard che da diritto ad uno sconto del 15%. Malazè raccoglie tutte le proposte e prevede l’opportunità per i subacquei di conoscere i fondali della Città sommersa di Baia o di fare snorkeling tra i mosaici del Portus Julius. L’Associazione Nemea, invece, suggerisce l’itinerario Paolino per visitare i luoghi che hanno visto il passaggio dell’Apostolo, al suo approdo  nell’anno 61 d.C., cercando di ricostruire l’ambiente culturale e religioso che incontrò e con il quale dovette confrontarsi. C’è la passeggiata geo-naturalistica lungo la  costa del più piccolo dei comuni flegrei, Monte di Procida, e quella che conduce alla scoperta dell’Avamporto Romano prevedendo l’utilizzo della barca a motore elettrico, a remi, pedalò sul lago Miseno e l’uso gratuito delle biciclette per un giro lungo la pista ciclabile percorribile sulla sponda. Nello splendido scenario di Villa di Livia, domus patrizia del I secolo d.C., le wedding planners incontreranno coppie di futuri sposi che potranno scoprire come rendere indimenticabile ed unico il proprio matrimonio, mentre all’Agave Hotel si potrà assistere ad una lezione di pizza CHIC col maestro pizzaiolo Enzo Coccia de La Notizia di Napoli. LAssociazione Colori Flegrei presenterà un'analisi della gastronomia locale utilizzata come strumento di riqualificazione territoriale per offrire una lettura contemporanea della tradizione culinaria e, a conclusione, La Notte Galeotta , evento che vedrà protagonista la Casa Circondariale Femminile di Pozzuoli che per l’occasione, a scopo benefico, si  trasformerà per in un insolito ristorante, dove a cucinare e servire saranno le stesse detenute sotto la supervisione degli chef dei Campi Flegrei. Un’iniziativa realizzata grazie alla collaborazione del Tribunale di Sorveglianza di Napoli, la Direzione ,Educatori personale di Polizia Penitenziaria della Casa Circondariale, i LIONS, i ristoratori e il Consorzio Tutela Vini dei Campi Flegrei, l’A.I.S. Napoli. L’intero incasso della serata sarà devoluto in beneficenza all'Associazione “Il Carcere Possibile Onlus” di Napoli. Un ricco programma di appuntamenti consultabile sul sito o presso la ProLoco di Pozzuoli che, da sabato 10 a martedì 20 settembre, condurrà i visitatori a spasso per una terra in cui leggenda e storia, cultura e natura, mare e vulcani si fondono in una girotondo di colori e di luoghi senza paragoni.

 

   Condividi