Zurigo è più vicina a Napoli da aprile grazie ai voli airberlin

 

 

di Vera De Luca

 

Da aprile, ogni lunedì e venerdì, un volo aereo airberlin decollerà da Napoli con destinazione Zurigo. I biglietti possono essere acquistati via internet sul sito airberlin.com, presso il Centro servizi della società (tel. 199 400 737) o nelle agenzie di viaggio. In occasione della presentazione alla stampa del volo Napoli-Zurigo, il Direttore Sviluppo network Gesac Spa - Aeroporto Internazionale di Napoli, Titti Ricchizzi, ha detto che, dopo Berlino, Dusseldorf, Monaco e Stoccarda, questo nuovo volo da Napoli verso Zurigo va a rafforzare l’interesse  verso lo scalo partenopeo. Per Susanna Sciacovelli, Area Manager Southern Europe di airberlin questo volo diretto rappresenta un collegamento strategico.

Per raggiungere Zurigo e Basilea dal Centro-sud Italia ci si può affidare poi alla compagnia di bandiera svizzera, Swiss International Air Lines (www.swiss.com), che assicura i collegamenti tra Roma e Zurigo con 4 voli giornalieri e tra Roma e Basilea con 4 voli alla settimana. Con le ferrovie elvetiche (www.ffs.ch) si potrà poi raggiungere in modo veloce Zurigo, Basilea e Berna per poi spingersi anche verso le montagne. Le città svizzere hanno molto da offrire all’ospite in  quanto a tradizione, arte, cultura e gastronomia. Dalle mostre alle tradizioni passando per gli eventi speciali, Zurigo, Basilea, Berna, Ginevra, Losanna, Lucerna puntano quest’anno sull’offerta culturale, grazie a protagonisti di eccezione quali l’imperatore cinese Quin, Picasso e Richard Wagner.  

In particolare a Zurigo si può entrare nel mondo di Chagall che fino al 12 maggio sarà in mostra al Kunsthaus Zürich (www.kunsthaus.ch) con circa 90 dipinti e lavori su carta del grande maestro. I temi da lui trattati sono quelli del circo, degli amanti e della musica. Per vivere l’arte e la cultura l’ente del turismo “Basilea Turismo” (www.basel.com/it) ha lanciato un’ interessante novità. Con «City Hunt Treasure» i turisti, organizzati in squadre, potranno partecipare alla caccia al tesoro, scoprendo nello stesso tempo la città e l’arte in modo interattivo. Basilea non a caso è considerata la capitale culturale della Svizzera oltre ad essere la città universitaria più antica. È una città d’arte per eccellenza, dal bellissimo centro storico ai quasi 40 musei presenti in città. Dal 17 marzo al 21 luglio il Kunstmuseum Basel (www.kunstmuseumbasel.ch) ospiterà una retrospettiva delle opere di Picasso, dal titolo “The Picassos are here!”. Per la prima volta saranno esposte tutte le opere dell’artista che appartengono a collezionisti privati di Basilea e della regione. L’amore dei basilesi per Picasso risale al 1967 quando con un referendum popolare si votò per lo stanziamento di 6 milioni di franchi per l’acquisto di Les deux frères e Arlequin assis. In segno di ringraziamento, Picasso decise poi di donare alla città 3 opere fra cui lo studio preparatorio del celebre “Les Demoiselles d'Avignon”. Nasce poi dalla cooperazione tra Basilea Turismo e gli enti turistici di Alsazia e Foresta Nera, la nuova iniziativa di arte contemporanea “Art Valley”, cofinanziata dall’Unione Europea che mette a disposizione percorsi d’arte per gruppi e singoli. Gli itinerari proposti da Art Valley (www.art-valley.eu) vanno da Strasburgo a Basilea fino a Karlsruhe e permettono di visitare le più importanti collezioni d’arte moderna e contemporanea della regione. Quin, l’imperatore eterno e i suoi guerrieri di terracotta saranno i veri protagonisti a Berna fino al 17 novembre quando andrà in scena la civiltà cinese al Bernisches Historisches Museum. La mostra illustra la nascita dell’impero cinese attraverso la figura enigmatica di Quin Shi Huandgi, il primo imperatore vissuto nel III secolo a. C. Sarà possibile ammirare da vicino oltre 220 reperti originali tra cui alcuni esemplari del celebre esercito di terracotta, l’ottava meraviglia del mondo, che fa parte del patrimonio Unesco dal 1987. Per info: www.bhm.ch. Il “Lucerne Festival” celebra invece i 200 anni dalla nascita del compositore tedesco Wagner. Per celebrare questo anniversario, il “Lucerne Festival” (www.lucernefestival.ch) presenterà dal 16 agosto al 15 settembre il ciclo “L’anello del Nibelungo” con il direttore d’orchestra inglese Jonathan Nott e l’Orchestra Sinfonica di Bamberg. Intanto da non dimenticare che, una volta arrivati sul territorio elvetico, è consigliabile procurarsi un biglietto del “Swiss Travel System”, che consente di viaggiare su quasi tutta la rete di trasporti pubblici dai treni, agli autobus, ai battelli. I titolari di un “Swiss Pass” hanno diritto anche all’ingresso gratuito in più di 470 musei, nonché a uno sconto del 50% sulla maggior parte delle ferrovie di montagna e degli impianti di risalita. I biglietti possono essere acquistati  un po’ dappertutto e per conoscere i punti vendita è sufficiente visitare il sito SwissTravelSystem.com/puntivendita

 

Napoliontheroad 21/03/2013

 

Condividi su Facebook