IL NOBILE DESTINO DI ESSERE TRASFORMATO IN ROSOLIO

di Laura Bufano 

 

“ROS   SOLIS” ovvero rugiada di sole, è un liquore preparato con alcool, zucchero e acqua nella stessa proporzione con in più un’essenza che gli da’ il nome. Ed ecco che una grande varietà di frutti, bacche ed erbe aromatiche, tipici della Costa d’Amalfi e di Furore, hanno permesso alla fantasia locale di sbizzarrirsi nella creazione di tanti  rosoli come il Limoncello, il Nocillo, il Fragolino, l’Alloro, e il famoso Concerto, un prezioso miscuglio di erbe tipiche delle zone montane. Nei tempi passati le ricette erano segrete o confidate con grande riservatezza, poi la fama dei rosoli si è diffusa e molti hanno cominciato ad apprezzare e raccontare. Il limone caratteristico della Costa d’Amalfi è lo “sfusato”, unico nella sua specie, di grande pezzatura, dal sapore dolce e dalla forma oblunga ed irregolare, si può gustare a fette, come dessert con o senza zucchero. Lo sfusato amalfitano nasce in un territorio particolare fatto di pareti rocciose che cadono  verso il basso a strapiombo dove i terrazzamenti consentono la loro coltivazione. Dallo sfusato si ricava il limoncello. Ad Amalfi c’è chi sostiene che il limoncello abbia origini molto antiche, quasi legate alla coltivazione del limone, ma come più volte ho scritto la verità è nebulosa e le ipotesi sono tante e suggestive. Sappiamo però che il Limoncello varca da decenni le frontiere, conquistando i mercati di mezzo mondo. Per difendersi dalle imitazioni, “ lo sfusato “ è stato denominato Ipg ( indicazione geografica protetta ), cioè deve essere prodotto in uno dei comuni che va da Vico Equense a Massa Lubrense e nell’isola di Capri. Il Nocillo o Nocino  mantiene un alone di leggenda, tradizionalmente le noci vanno raccolte la notte di San Giovanni e lasciate alla rugiada notturna per l’intera nottata,  il giorno dopo si mettono in fusione. Il Nocillo è pronto da bere la notte di Ognissanti cioè la notte del 31 ottobre. Il Fragolino o rosolio di fragole è un’antica specialità, diffusa in tutta la Campania, esso è reperibile durante fiere e manifestazioni legate alla produzione di prodotti tipici. Va degustato ghiacciato liscio, ideale  come aperitivo. Dalla pianta spontanea dell’alloro, dalle caratteristiche altamente curative , nasce il rosolio di Alloro o Laurino. Dopo un pasto abbondante un bicchierino di questo rosolio garantisce una digestione serena, provare per credere!  Il  Concerto è un rosolio frutto di una ricetta antichissima che viene attribuita ai monaci del convento di San Francesco di Tramonti, luogo dal quale si è diffuso in tutto il territorio della costiera Amalfitana. L’origine del suo nome è legata al “ concerto” delle 15  erbe e spezie da cui è composto, tra esse: liquirizia, finocchietto, chiodi di garofano, noce moscata, cannella, stella alpina e mentuccia, ma le esatte dosi e combinazioni sono gelosamente custodite dalle farmacie locali, dove è possibile acquistare la “dose” per l’infuso.   

---Per saperne di più--- Ratafià, Rattafia  o Ratafiat è un particolare liquore composto da un infuso a base di succhi  di frutta e alcool. Il nome pare che provenga dall’usanza di bere questo particolare rosolio negli studi notarili dopo la stipula dei contratti, contestualmente alla pronuncia, da parte del notaio, della formula “RATAFIAT”, ovvero,  che i patti siano ratificati.

Napoli, 12 dicembre 2012

                    

Condividi su Facebook