SPECIALITA’ ( Fiorella )

di Laura Bufano

Genuino, delicato e appassionato: ho parlato con un vero napoletano ed è stato un piacere, dovrebbe essere una specie protetta perché in via d’estinzione. Quando il garbo, la correttezza e la cordialità ti arrivano come una ventata d’ aria fresca è facile scriverne. La sua creatura, la pizza napoletana, è come lui “ autentica “, così come il nome del suo esercizio commerciale che è nel cuore della città bassa, sto parlando di Gianni Breglia che ho intervistato dopo aver mangiato un ripieno al forno squisito e grazie ai miei commensali ho potuto anche assaggiare quello fritto, ripieno di cicoli, ricotta e pepe! Gli chiedo: “ Perché Pizzeria del Popolo?” ( è così che si chiama la sua pizzeria ) Mi risponde: “ La pizza deve essere alla portata di tutti, infatti riusciamo ancora ad offrire ai nostri clienti la pizza a soli tre euro! E poi perché siamo in Piazza Mercato, la piazza dei commerci, delle rivolte popolari, del popolo appunto. “ E continua: “ Ho fatto esperienza come pizzaiolo lavorando per molto tempo nella nota Pizzeria Di Matteo, e poi sei anni fa’ insieme agli amici Franco Pierno ed Enzo Sortini è cominciato il nostro percorso autonomo. Sono un’ artigiano che produce con passione la pasta per la pizza che determina la differenza tra una pizza e l’altra. Ogni mattina alle sette la preparo facendo attenzione “ al punto di pasta “ che si avverte al tatto …, non ci sono dosi precise per la farina, ma esperienza! Inoltre la temperatura esterna, il grado d’umidità vanno tenuti in considerazione per “ costruire “ la pasta più povera,ma più famosa del mondo. Il pizzaiolo vero sa’ tutto questo.” Gli chiedo per completezza, anche se non avrei altro da aggiungere, “ Una sua specialità? “ Mi risponde: “ La pizza anema e mare : olio, aglio, pomodorini, calamari e prezzemolo.” Concludo dicendo: “ Sarà quella che mangerò quando verrò la prossima volta”. Molto presto … Non avrei saputo raccontarvi meglio "La Pizza". 

 

 

Condividi su Facebook