PARILLEROS ossia Grigliatori 

di Laura Bufano

 

Voglio parlarvi di un dispositivo di cottura che non si può ignorare: è il forno alimentato a brace. E’stata la brace, il metodo di cottura primordiale per eccellenza, essa nel tempo si è evoluta, senza essere mai stata abbandonata. Arrivando ai nostri tempi dobbiamo citare un “ Asador “ ( cuoco che cucina alla brace ) basco, Victor Arguinzoniz , che utilizza il forno-brace spagnolo “ Josper “ ultima ottimizzazione della “ cucina primitiva “. La facilità di utilizzo legato alla grande economicità nei consumi, alla rapidità di cottura con il gusto inconfondibile della brace sta cambiando il modo di cucinare la carne, il pesce, la verdura e i formaggi.  E in Italia? Dobbiamo al cucinosofo Paolo Parisi, icona della qualità maniacale, che dopo un bel po’ di progetti e prove durate tre anni è riuscito a riprodurre un sistema che consente  di cuocere alla brace anche in ambiente chiuso. Il suo forno My Oven, esclusivamente alimentato da brace a carbone  permette di usufruire della tecnica di cottura più antica che c’è. ” L’ Asador “ toscano ci  erudisce dichiarando: “ il fumo deve accarezzare le materie, non coprirle “,e con il forno a brace si può regolare anche il fumo! Per assaggiare questo tipo di cottura vi consiglio l’arrosteria “ La Carnalona “ che utilizza un forno a brace di produzione spagnola. Botero con le sue donne “in carne “ ha ispirato il nome del locale,anche il  logo dello stesso riproduce una donna del pittore columbiano. Trovo molto carino questo abbinamento arte – cucina! Il locale si presenta con un arredo rustico, e l’esterno dello stesso ha il tono familiare delle osterie fuori porta, evocato dalle tovaglie a quadretti. Da provare : la girella di salsiccia, la mezzaluna ripiena, il polpettone con friarielli e provola, le tagliate di pollo… Un piatto di questo tipo, che vi posso assicurare può essere unico, si aggira intorno ai 10 euro. Le carni possono essere accompagnate da vini rossi campani. Noi consumatori sempre più consapevoli riusciremo a capire che la domanda-offerta è pienamente soddisfatta,e che quello che convince di più  è assaggiare il prodotto che è stato cotto nel forno a brace.

Per saperne di più: Cucinare alla grigia di Valentina Beggio – L’arte di cucinare la carne da Le Ricette del Macellaio.

Napoli,9 ottobre 2012

 

 

Condividi