IL FASCINO DEI CAMPI FLEGREI

di Laura Bufano

 

L’area a nord-ovest di Napoli è un territorio affascinante, dal paesaggio vario, caratterizzato da numerosi crateri spenti e da attività di diverso tipo, tra cui il bradisismo e il termalismo. La denominazione Campi Flegrei deriva dal greco (phlegraios cioè ardente) ed è un chiaro riferimento alla natura del territorio, che lo ha contraddistinto sin dagli inizi della sua storia, quando era dimora di popolazioni primitive. Accanto alle caratteristiche fisiche e naturali del luogo, vi sono testimonianze del lontano passato a contribuire al fascino di Campi Flegrei. L’area costiera che si estende dal nord di Napoli fino al Monte di Procida è definita “Campi Flegrei” e comprende: Pozzuoli, Bacoli, Quarto e le isole di Procida e Ischia; nel 2003 questa area è divenuta Parco Naturale Regionale ( 8000 ettari circa ). E’ una zona ricca di siti archeologici, ed è anche possibile visitare il Parco archeologico sommerso e il Museo Archeologico. Dopo essersi documentati per bene sulla zona e averla anche solo in parte visitata, l’aria salubre può mettere un certo appetito e i consigli che seguiranno non vi faranno trovare impreparati. Scegliere un agriturismo significa connubio tra natura, sapori genuini della terra e tradizione rurale, complice anche il rapporto qualità – prezzo. Quindici anni fa le aziende agricole e di conseguenza l’agricoltura italiana risentiva di un notevole momento di difficoltà, le case coloniche e gli antichi cascinali venivano pian piano abbandonati e lasciati andare in rovina. Da questa situazione è nata la necessità di riqualificare questi meravigliosi casali e di integrare all’ attività agricola delle aziende un nuovo concetto che potesse riportare l’interesse verso la campagna. Sfruttando le bellezze paesaggistiche e le tradizioni locali è stato possibile far crescere un nuovo concetto di turismo, quello dell’Agriturismo. Man mano con il passare degli anni l’Agriturismo ha conquistato l’interesse dei vacanzieri, in quanto la vacanza in agriturismo è sinonimo di relax, natura, vacanze convenienti e di una situazione che permette di vivere al meglio le tradizioni e la cucina tipica regionale. Vi consiglio di spostarvi a Quarto e precisamente alle Fattorie Albatros. Questo agriturismo vanta prodotti alimentari e vinicoli di rinomata fama, inoltre è il luogo adatto per chi desidera ritrovare serenità e pace della natura unite al gusto delle pietanze di un tempo. Le Fattorie Albatros hanno più di cinquanta prodotti completamente artigianali: le specialità variano dal campo dei vini a quelli delle produzioni casearie e degli insaccati. Per i vini: Piedirosso D.O.C. e Falanghina D.O.C. . Per i latticini: mozzarella, bocconcini, provole, caciocavallo, ricotta, scamorza, caciotte e un’ampia quantità di formaggi freschi. Gli insaccati e i salumi sono ricavati dalla macellazione degli animali allevati in loco, potrete trovare: salami, prosciuttella, capocollo, pancetta, salsicce … . I prodotti potranno essere serviti al Ristorante o acquistabili dalla Dispensa delle Fattorie Albatros. Non è ancora possibile il pernottamento in quanto il locali sono in fase di costruzione. Mi piacerebbe dirvi:  “andate e fatemi sapere “.

Infine voglio dirvi che nella meravigliosa zona dei Campi Flegrei ci sono altre tipicità: la cicerchia ( legume che stava scomparendo ), la fava ( questo è il periodo ), la mela annurca, il limone di Procida e o’ friariello.

 

Per saperne di più : L’area vulcanica dei Campi Flegrei di Daniela Galasso guida che propone un’ itinerario nell’area archeologica dei Campi Flegrei. Si può scaricare da Kindle.

Napoli, 24 aprile 2013

 

 

Condividi su Facebook