Il mito di Marilyn Monroe in mostra a Caserta

di Francesca Bruciano

Norma Jeane Baker Mortenson in arte Marilyn Monroe, giovane attrice americana, simbolo di bellezza e seduzione ma anche eroina tragica rivive in “Forever Marilyn. Bye Bye cinquantenario 1962-2012” la mostra inaugurata alla galleria Art&Co in via Leonetti  a Caserta. In esposizione una raccolta di trenta opere firmate da tre celebri artisti: Andy Warhol, Mimmo Rotella e Ugo Nespolo. Una rassegna curata da Gerardo Giurin con la consulenza artistica di Francesca Licata e proposta per rievocare i cinquant’anni dalla scomparsa della diva, ma anche in occasione dell’apertura del neonato spazio espositivo dell’arte contemporanea Art&Co -  che muove i suoi primi passi a Milano e poi a Lecce e Parma, ma anche a Barcellona – e che approda ora anche in Campania. Un vero e proprio viaggio itinerante che proseguirà da aprile a giugno negli altri spazi del gruppo. Nel catalogo presenti i testi di Gerardo Giurin, Vincenzo Mollica, Massimo Ferrarotti, Francesca Licata, Mario Luigi Riva e Alessandro Manna . Nel testo il curatore così scrive: “La storia è ricca di donne che hanno ispirato i capolavori e la passione dei geni dell’arte visiva. Amanti e muse di grandi artisti, che grazie a questi ultimi si sono guadagnate un posto nella storia. Marilyn è un caso unico, forse irripetibile. Marilyn è stata nell'accezione più positiva del termine saccheggiata dai protagonisti della storia dell'arte degli ultimi 50 anni. Il genio della pop art Andy Warhol le ha dedicato innumerevoli opere rielaborando la foto scattata da Gene Kornman per la promozione del film Niagara, di cui il mercato dei collezionisti è avido . E ancora importanti artisti come Christo, Rotella, de Boer, Nespolo, de Kooning, Hamilton, Helnwein, Indiana, La Chapelle, Rosenquist, Schifano hanno attinto alla figura di Norma Jeane Baker”. In esposizione anche alcuni "Cimeli" appartenuti a Marilyn, provenienti da una delle più prestigiose collezioni private, come i guanti indossati sul set del celebre film "Come sposare un milionario" nel 1953, un abito da sera, un beauty-case, le sue scarpe di velluto blu e altro ancora. La mostra resterà aperta fino al 28 febbraio 2013.

Nell’ambito dell'evento dedicato a Marilyn Monroe, ArtevitA Lab presenterà il progetto “Nuovi autori per il XXI secolo”: in anteprima le opere di nuovi artisti emergenti: Steve Barney, Valentino Marra, Daniele Misani, Marta Bordonali, Pautiero e Gianluca Resi. “Attraverso la struttura logistica e professionale di Art&CO, che può vantare il primo circuito di gallerie di arte contemporanea in Italia – sottolinea Gerardo Giurin - il progetto ArtevitA diviene una fondamentale fucina di professionalità che attraverso la collaborazione con le istituzioni, la realizzazione di mostre ed eventi, forma e specializza i suoi Art Manager nella progettazione, realizzazione e sponsorizzazione di eventi culturali finalizzati alla crescita professionale di artisti emergenti. La nostra è un’operazione culturale che investe sulla qualità ed il talento degli artisti, che in un settore come questo difficilmente riescono a trovare ampi margini di visibilità. La nostra ricerca si estende anche nel sottoporre al pubblico il lavoro di artisti stranieri e viceversa gli artisti italiani ad un pubblico straniero con il fine di dare una visione senza confini geografici e culturali attraverso il linguaggio universale dell’arte”.

Tra le attività culturali e sociali collaterali all'evento "Forever Marilyn Bye-Bye Cinquantenario, 1962-2012" va ricordato il concorso per artisti under 30 "Marilyn nel XXI secolo" in collaborazione con ArtevitA Lab e con il Patrocinio del Corso di Laurea in Organizzazione e Gestione del Patrimonio Culturale e Ambientale dell'Università Federico II di Napoli.

Condividi su Facebook