L’arca della creatività a Castel dell’Ovo

 

E’ stata  inaugurata mercoledì 31 scorso , nella Sala delle Prigioni a Castel dell’Ovo, la mostra “L’arca della creatività: percorsi e linguaggi delle espressioni artitiche”. L’iniziativa  costituisce il momento riassuntivo degli incontri svoltisi nella Biblioteca Capriolo della Sede Siae di Napoli che hanno interessato i diversi momenti in cui si esprime appunto l’espressione creativa: dalla letteratura alle arti visive,dalla musica al cinema e al teatro.

La rassegna di Castel Dell’Ovo vede pertanto riuniti in un’unica selezione i molteplici aspetti creativi con la presentazione di “manufatti” diversi per forma ma simili per lo spirito creativo. Sono infatti raccolti spartiti musicali, copertine  d’autore, foto, libri e oggetti d’arte di numerosi autori. Per citarne solo alcuni riscontriamo  i nomi di Roberto De Simone, Carlo Di Lieto, Lina Sastri, Mauro Giancaspro, Antonio Napolitano, Nello Petrucci, Mario Scarpetta, Luigi De Filippo, Grazia Lombardo, Antonello Leone,Evan De Vilde. Antonio Spagnuolo, Ugo Piscopo, Paolo Caiazzo,Manlio Santanelli, Salvatore Oppido, Patrizio Zona, Gabriella Pesacane,ecc. Sono anche esposti in mostra diversi preziosi cimeli custoditi nella biblioteca Capriolo  di Napoli: grandi autori che hanno affidato appunto alla struttura napoletana della Siae i loro testi e manoscritti. E non a caso c’è anche un originale “revival” di reperti della famiglia Scarpetta, con inediti di Vincenzo.

L’originale rassegna, promossa dalla Federazione Unitaria  Italiana Scrittori, dalla Società Siae  e patrocinata dall’assessorato alla cultura del comune di Napoli potrà essere visitata fino al 14 novembre.

 

Condividi su Facebook