A Chianciano Giuseppe De Girolamo riceve la nomina di Prefetto dell'Accademia Italiana di Gastronomia Storica 

 di Michele Alosa

Lo si sapeva, ma attendere la conferma era d'obbligo per poter dichiarare che Mario Giorgio Lombardi è sempre stato un “Grande!” e lo resterà ancora per tanti anni per le sue capacità organizzative di realizzare un evento importante per tanti e con la sola partecipazione di veri amici che vogliono prodigarsi per il bene di tutti. Il salone “Nervi” messo a disposizione dalle Terme di Chianciano spa, per realizzare “Sulle rotte del Gusto” la manifestazione dell'Accademia italiana di gastronomia storica, della quale Lombardi è Governatore, è divenuta per 3 giorni una fucina di idee realizzate per promuovere l'accoglianza del turista in Italia attravreso tutte le sue ricchezze di ristoranti e prodotti tipici dell'eccellenza enogastronomica del nostro Paese. I pizzaioli con  la Nazionale Acrobati Pizzaioli, gli alunni e docenti degli istituti alberghieri giunti da tutta Italia, come i ristoratori, gli chef e tanti organi di informazione ed esperti del settore insieme alle aziende sponsor dell'evento sono stati un tutt'uno di intenti con Lombardi per far sì che il successo di quest'uomo divenisse non solo quallo dell'Aigs ma dell'intera nazione, forse a ragion veduta, dato che cade anche nel 150° anniversario dell'unità d'Italia. Intense di lavoro le tre giornate della kermesse che oltre alle acrobatiche pizze per la quali sono risultati vincitori

Bonaventura Manzi (Pizza d'autore), Giovanni Di Masi (Presentazione) e  Alessandro Coluccino (Free style),.ha visto in gara gli chef e ristoratori. I tre miglori ristornti italiani eletti per il 2011 dallìAigs sono: Roberto Balgisi (Casa mia- Vercelli), Andrea Fazzuoli (Loggedel Vasari – Arezzo) e Peppe Agliano (La corte dei mangioni – Marsala). Tra i venti ristoratori in gara il Top Aigs è stato assegnato a: Rosario Maltese (La collinetta – Castelvetrano), Francesco Ambrosini (Il Bachèr – Berceto), Andrea Mancini (Logge del Vignola – Montepulciano), Andrea De Agostini (Il convito di Curina - Castelnuovo Berardenga), Ettore Lista (Osteria de Mendoza – Rende), Walter Redaelli (Walter Redaelli – Bettolle), Chloi Morgantini (Santa Chiara – Sarteano), Bruno Scarato (Antichi sapori – Terzorio), Gianluca Passetti (Il gatto e la volpe - Montevecchio di Pergola), Lina Belperio (Shergan – Arzachena), Emiliano Rossi (Osteria del teatro – Cortona), Luca Cappelluti (Convivio - Ruvo di Puglia). Il premio Giovanni Sanchini riservato allo chef più giovane l'ha conquistato Rosario Maltese del ristorante La Collinetta di Castelvetrano. Il Trofeo Meliconi Giovani alla ribalta l'ha portato a casa Luca Cappelluti del Convivio di Ruvo di Puglia. L'Ipssar di Grosseto si è classificato primo fra gli altri istituti alberghieri partecipanti alla manifestazione: Altamura BA,Collesannita BN, Assisi PG, Marsala TP, Benevento, Giulianova TE e Castelvenere BN. Un premio di particolare importanza, quello “Ingegno Italico”  non poteva avere miglore destinatario con l'assegnazione all'Associazione Ragazzi Speciali Onlus di Castiglion Fiorentino. Presentatore dell'intera manifestazione è stato come da qualche anno il bravo ed attento Alex Revelli Sorini, che non ha mancato di sottolineare l'opera di solidarietà svolta daLombardi verso gli ultimi premiati citati e chiamando, nel corso delle premiazioni, l'attore Vincenzo Soriano, ad intervenire portando un contributo verso questi ragazzi che come i 12 da lui adottati perchè abbandonati possano essere reinseriti nel tessuto sociale con una loro valenza. Nel corso della cena di gala numerosi sono state le premiazioni con l'assegnazione di alte onoreficenze come quella di Carlo Rossi a Console Aigs per il Principato di Monaco e di Giuseppe De Girolamo a Prefetto Aigs Campania. Ed ancora i Cavalieri dell'arte del gusto: Stefanella Baglioni, Nando Barlotti, Massimo Rossi Annamaria Tossani e Anna Moroni. Per il premio Apicio il direttore della rivista Artù, Alberto Paolo Schieppati ha ricevuto il riconoscimento. Il premio dedicato ala memoria del gastronomo Franco Tommaso Marchi è andato a Sandro Romano della rivista Italia a Tavola ed altri riconoscimenti sono stati consegnati a Fiskars Srl, Interarredo srl di Chiusi ed al ristorante Il Goccino di Lucignano.

Peppebar

 

 

   Condividi